Coronavirus: La Rete è Live – episode 40

Coronavirus: La Rete è Live – episode 40

di Sabrina Sigon

&nbsp

Una. Nessuna. Centomila. AcCanto a te, per mantenere alto il livello d’attenzione sul tema della violenza di genere, proprio in un momento in cui stare in casa può essere non soltanto un rischio, ma diventare un vero e proprio dramma. Fiorella Mannoia, Emma, Alessandra Amoroso, Giorgia, Elisa, Gianna Nannini e Laura Pausini, in attesa di ritrovarsi il 19 settembre sul palco della RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo), ognuna accompagnata dalla propria band, per raccogliere fondi a sostegno dei Centri Antiviolenza della rete Di.Re, sono in onda dal 28 marzo ogni sabato in seconda serata per tenere compagnia al pubblico in questi giorni di isolamento forzato. L’iniziativa di Rai3 7 donne – AcCanto a te vuole ricordare il 1522, numero di telefono gratuito, operativo 24 ore su 24, istituito per accogliere le denunce di tutte le donne vittima di violenza e stalking.

Anche Telefono Donna, che da anni collabora attivamente con l’Ospedale Niguarda, e Fondazione Cariplo lanciano una campagna di comunicazione a sostegno delle donne vittima di violenza che in questo periodo si trovano a fronteggiare una situazione nuova, grave e pesante.

L’obiettivo è arrivare a queste donne o a chi conosce casi di questo genere e portare sostegno ed aiuto in una situazione così difficile. Si tratta di una campagna di comunicazione dai contenuti molto forti. I claim? Il mio virus è Pietro, Non è il virus a farmi paura, Non andrà tutto bene…

https://www.ospedaleniguarda.it/news/leggi/vicino-alle-donne-vittima-di-violenza

Il Santo Papa dalla parte delle donne: Regina Coeli 13 aprile 2020

“Oggi vorrei ricordare con voi quanto fanno molte donne, anche in questo tempo di emergenza sanitaria, per prendersi cura degli altri: donne medico, infermiere, agenti delle forze dell’ordine e delle carceri, impiegate dei negozi di beni di prima necessità…, e tante mamme, sorelle, nonne che si trovano chiuse in casa con tutta la famiglia, con bambini, anziani, disabili”, le parole del Papa nel Lunedì dell’Angelo.

Casa della Cultura di Milano. La Casa della cultura di Milano è un’Associazione culturale fondata nel 1946 da Ferruccio Parri, Antonio Banfi ed Elio Vittorini. Da allora, nella sede di via Borgogna 3, si è animato il dibattito pubblico e la ricerca culturale nella città di Milano.

Una pagina Facebook attiva che, in periodo di quarantena, si occupa dei temi più stringenti del momento. “Riflettendo ai tempi del Coronavirus”, giovedì 23 aprile diretta streaming su www.casadellacultura.it, canale Youtube Casa della Cultura Milano e in diretta Facebook, per una interessante conversazione con il filosofo e accademico italiano Salvatore Veca. Altra diretta, già disponibile alla pagina, riguarda il tema: Frontiere della psicanalisi. Utopie/Distopie. Dov’è finito il futuro? Ferruccio Capelli e Anna Ferruta, coordina Ronny Jaffé. E per parlare di teatro: Il teatro della famiglia in tempi di pandemia: cinque personaggi in cerca di autore, Silvia Vegetti Finzi discute con Elena Rosci. Non manca nemmeno uno spazio per la scuola, attraverso una serie di dibattiti culturali – SCUOLA DI CULTURA POLITICA X edizione UNA NUOVA NARRAZIONE. SVILUPPO SOSTENIBILE E GIUSTIZIA SOCIALE – suddivisi in moduli per trattare la dimensione della sostenibilità: “La paura e gli antidoti alla paura”, “Convivenza nella diversità”, “Civismo” e “Diritti per una società inclusiva”.

la rete è live

Lugano Eventi. “Torneremo a riempire le piazze di Lugano, ma ora stiamo tutti a casa #distantimavicini”. Eventi digitali ai tempi del Covid. In questo momento in cui in molti sono confinati fra le mura di casa e gli eventi sono sospesi, sono nate diverse iniziative fruibili online per il tempo libero, eccone alcune.

Totentanz – la quarantena, rassegna Home fino al 10/5

Spettacolo teatrale trasformato in multipiattaforma. Quattro attori, una scrittrice, un interaction designer e un regista.
Scrittura, fotografia, recitazione, video, recitazione online in diretta. Gli altri aprono i loro archivi. Noi apriamo la nostra creatività.
Come l’amore ai tempi del colera è differente da quello ai tempi di Tinder, il teatro ai tempi del Corona è differente da quello ai tempi di gennaio.
La Markus Zohner Arts Company lancia un grande progetto teatrale multipiattaforma: sarà uno spettacolo al sicuro, ma pieno di pericoli, un lavoro profondo e poetico, con alcune lacrime e con mille risate. Ci saranno dei testi. Ci sarà della musica. Ci saranno degli attori e delle attrici, ci sarà la rivoluzione. Ci saranno quattro personaggi e un cane. Ci saranno delle storie commoventi, dei canti meravigliosi, degli sviluppi inaspettati. Quattro attori, una scrittrice, un interaction designer, un regista, diecimila spettatori: il teatro ai tempi del Corona. Il nuovo grande progetto di scrittura teatrale improvvisata in diretta della Markus Zohner Arts Company ha inizio.

La Bisbetica domata, in streaming #LACDACASA da sab.18.04 a ven. 24.04

Una bisbetica domata tutta al maschile. Un testo che, nonostante contenga atrocità e strani rapporti, ci fa sorridere. Una commedia in cui l’amore non è sincero ma puro interesse, e la finzione è uno degli ingredienti che ne ordiscono la trama.

La terza edizione della Giornata della lettura ad alta voce organizzato dall’Istituto Svizzero Media e Ragazzi si terrà il 27 maggio e potrà essere vissuta online.

Nel corso della giornata numerose personalità note a livello svizzero proporranno delle video letture. Tra gli ambasciatori anche la presentatrice Christa Rigozzi (Official) e l’allenatore della prima squadra dell’Hockey Club Ambrì Piotta (HCAP) Luca Cereda.

I dettagli su Lugano Eventi  www.luganoeventi.ch/it/news/27-maggio-giornata-svizzera-della-lettura-ad-alta-voce

Acqua Cheta. Bar/Pub, Musica dal Vivo, Aperitivi. Immerso nello splendido parco Teresio Olivelli, con una splendida terrazza sul lago, il locale rappresenta da anni il punto di riferimento per ascoltare buona musica sul Lago di Como. Caratteristico per ospitare i migliori gruppi del panorama musicale alternativo nazionale e internazionale con la presenza, a weekend alterni, di DJ sempre molto coinvolgenti, da lunedì scorso il locale propone un percorso virtuale con i musicisti che ne hanno animato le serate.

“Stringo i miei ricordi tra le dita quando parlavamo insieme senza essere distanti”. Questo l’incipit del brano di Rachele Bastreghi, perfettamente in tema per cominciare la rassegna: “C’era una volta all’Acqua Cheta”. A seguire “I Cosi”, gli amici dai quali cominciò a prendere forma il progetto musicale, e Francesco Piu, cantautore e chitarrista blues molto famoso che è arrivato a esibirsi fino in Mississipi, Tennessee e California. Suo, purtroppo, il primo concerto, che si sarebbe dovuto tenere in Tremezzina, cancellato a causa del Coronavirus.

To be continued…