Coronavirus: La Rete è Live – episode 58

Coronavirus: La Rete è Live – episode 48

Più informazioni su

di Sabrina Sigon

&nbsp

 

FONDAZIONE ALESSANDRO VOLTA 

La Fondazione Alessandro Volta per la promozione dell’Università, della ricerca scientifica, dell’alta formazione e della cultura, nasce il primo gennaio 2015 dalla fusione di due storiche fondazioni lariane: Il Centro di Cultura Scientifica Alessandro Volta e UniverComo – Associazione per la promozione degli insediamenti universitari in Provincia di Como.

Per sabato 16 maggio, GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LUCE UNESCO, trasmette un video-omaggio della Fondazione che anche quest’anno vuole esserci per importante appuntamento:

“OVE NON SEI, LA LUCE MANCA”

Un filmato unico e suggestivo realizzato con la collaborazione del Comune di Como, un regalo alla Città, reso straordinario dalla potente voce del tenore comasco Marco Berti.

Il video sarà disponibile su Youtube a partire dal 16 maggio alle 6.

Qui le anticipazioni quotidiane sui social della Fondazione Volta.

Ecco il momento è arrivato, la città dorme ancora. Silenzio per le strade e silenzio sul lago, ed ecco che un raggio di sole colpisce la città, questo è il segnale, sento librarsi il canto, libero, squillante. Tutto sembra fermarsi, sento la voce scorrermi in gola e la sento rimbalzare tra le case. Ecco la luce, ecco l’alba di un nuovo giorno. Così come la luce ci viene donata anche l’arte e la cultura fanno parte di noi, non dobbiamo fare altro che aprire il nostro cuore per diventare ogni giorno persone migliori. Ove non sei la luce manca, ove tu sei nasce l’amor. Grazie alla Fondazione Alessandro Volta per avermi dato la possibilità di fare un regalo alla mia amata città”. Marco Berti

Il filmato – della durata di 2 minuti e 36 secondi – è stato fortemente voluto e realizzato con la collaborazione del Comune di Como e dell’assessore Carola Gentilini in particolare, oltre ad aver ottenuto il patrocinio di CCIAA Como Lecco, di Amministrazione Provinciale. Partner: SIF (Società Italiana di Fisica) e Teatro Sociale di Como AsLiCo.

Il commento di Luca Levrini, Presidente della Fondazione Volta, parla della luce e del duplice significato di speranza e calore che acquista in questo momento così difficile:

“Luce e sole, che all’alba della nostra città vogliono darci nuove energie.

È indubbio che quest’anno la celebrazione della Giornata internazionale della Luce UNESCO s’arricchisce di nuovi significati, suggestivi e singolari. Luce come elemento fisico fondamentale per l’esistenza, ma soprattutto come parola che in senso figurato e simbolico rappresenta vita, speranza e rinascita. Per questo motivo abbiamo scelto la prima luce dell’alba come incanto e segno di ripresa e nuova forza. Alba nella città di Como raffigurata idealmente in una donna, cui è dedicata la “mattinata” del Leoncavallo pregevolmente eseguita dal maestro Marco Berti. Luce che sveglia la città, illuminando i monumenti voltiani, con un sole che disincanta la realtà e permette di percepire la straordinaria bellezza dei nostri luoghi e della natura intorno. Un video per dare fiducia e forza a tutti noi, con un sole pronto ad illuminare e scaldare”.

Anche l’Assessore alla Cultura di Como Carola Gentilini si unisce all’augurio: “Nella giornata internazionale della Luce una dedica speciale alla città di Como realizzata grazie alla fattiva collaborazione con Fondazione Volta: un’occasione importante per ridare “luce” al nostro territorio, fortemente penalizzato in questo periodo”.

 

giornata della luce

 

VILLA CARLOTTA 

Una bella notizia, quella della riapertura al pubblico di Villa Carlotta, prestigiosa villa del lago di Como situata sulla Via Provinciale Regina, nel cuore della Tremezzina, della quale abbiamo già raccontato le molteplici attività proposte in modalità virtuale durante il periodo appena trascorso. Da venerdì 22 maggio sarà possibile visitarla realmente e in totale sicurezza, assicurano gli organizzatori. Gli orari – dalle 14.00 alle 17.30 (l’ultimo biglietto sarà possibile farlo alle 16.30 con chiusura del museo alle 17.00) – e dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo biglietto alle 17.30 con chiusura del museo alle 18.00), insieme agli interventi strutturali messi a punto con cura, a partire da una nuova e moderna area di accoglienza, garantiranno i criteri di distanziamento e sicurezza assolutamente indispensabili in questa fase di apertura controllata. Con l’ingresso a tornelli, la corsia preferenziale per chi avrà fatto il biglietto online e una serie di percorsi differenziati che nulla toglieranno al piacere di visitarla, Villa Carlotta riprende il suo spazio di meta irrinunciabile nelle visite sul lago, ruolo che renderà felici gli estimatori e contribuirà al rilancio del turismo del nostro Lario che tutti ci auguriamo.

villa carlotta

 

MUSEO DELLA BARCA LARIANA

Un progetto che si propone di raccontare la nautica di un territorio ricco di storia e cultura, quello della Lombardia e del Lago di Como, con la sua straordinaria raccolta di oltre 400 imbarcazioni.

Nel 1978 un gruppo di amici, di fronte alla scomparsa delle antiche tradizioni nautiche del lago, decidono di fondare l’Associazione ”La Raccolta della barca Lariana” allo scopo di raccogliere reperti d’epoca e di tramandare notizie e tradizioni culturali nautiche. L’Associazione vuole che il Museo Barca Lariana, situato a Pianello del Lario sul Lago di Como, condivida questi tesori con il pubblico, diventando un esempio di eccellenza all’interno del settore museale.

Dopo 18 anni di chiusura forzata, in assenza di fondi pubblici, il Museo è riuscito a realizzare un sogno italiano che si è compiuto con la riapertura dello stesso grazie alla sensibilità e generosità dei privati.

Attualmente il Museo svela la storia di alcuni pezzi unici della raccolta e si pone come obiettivo la digitalizzazione dei documenti disponibili nell’archivio dell’Associazione La Raccolta della Barca Lariana oltre che la realizzazione di un progetto di realtà virtuale di un’area museale. Il tutto anche con il coinvolgimento dei visitatori, che attraverso il web e strumenti interattivi potranno suggerire come si immaginano il Museo, aggiungere le loro fotografie, i video, i documenti inerenti la nautica.

Un luogo creato con la gente e per la gente.

Il Museo si pone come luogo vivo, attivo e dinamico ricercando vie contemporanee, interattive e interdisciplinari, in linea con i bisogni e le priorità della società, per intervenire in modo concreto sulla vita delle comunità.

Sulla pagina Facebook è possibile ammirare le foto delle imbarcazioni lacustri e la loro storia, comprese le descrizioni accurate degli interni, come battelli d’epoca, un carenato da competizione costruito da Angelo Molinari nel 1959, una spettacolare gondola costruita nel XIX secolo dai Taroni per Villa Albertoni di Tremezzo; imbarcazione, quest’ultima, che fu messa in acqua per l’ultima volta poco prima della 1° Guerra Mondiale.

ITALIA BOOK FESTIVAL

In un periodo complesso come quello attuale in cui non è possibile organizzare fiere dell’editoria a breve termine, è importante non disperdere la grande ricchezza e creatività delle case editrici piccole e medie.

Le case editrici modenesi in seguito alle restrizioni del Lockdown in seguito alla pandemia di Covid-19 si sono rimboccate le maniche e, sullo sfondo di tanti allarmi di una crisi senza precedenti per il mondo editoriale, hanno messo in campo tante attività. Il mondo editoriale modenese sta attingendo a quella creatività che è sempre stata il motore della propria attività, per superare la difficoltà del momento. Lo sta facendo con svariate iniziative, sia personali che comuni, per raggiungere i lettori costretti a rimanere in casa.

Dall’idea nata da Damster Edizioni, di Massimo Casarini, e marchio editoriale di Edizione del Loggione di Katia Brentani, sta nascendo in questi giorni il primo festival digitale della piccola e media editoria. Una vera e propria fiera con stand virtuali, incontri con gli autori in streaming, workshop on-line, pitch e laboratori virtuali per bambini. Dato che tutto si è spostato on-line, concerti, didattica e meeting, anche la fiera del libro è diventata virtuale.

La sua sede sarà presso: https://www.italiabookfestival.it

EVENTO DI ITALIA BOOK FESTIVAL – DAL 16 AL 24 MAGGIO:

Ensemble e Italia Book Festival

L’unione fa la forza! I lettori potranno entrare nelle varie sale e girare fra gli stand degli editori, riempire il carrello con i titoli dei libri preferiti. Partecipare alle presentazioni degli autori, ai laboratori, seguire le dirette youtube e Facebook, gli approfondimenti, le interviste. Gli autori potranno proporre i loro manoscritti alle case editrici presenti, partecipare ai pitch e ai laboratori di scrittura creativa. L’apertura al pubblico sarà il 16 maggio alle ore 10.00, ma è già dal 10 maggio che ci si può registrare. Sulla pagina Facebook sono già presenti le anticipazioni delle Case Editrici che parteciperanno al Festival.  

  

&nbsp

To be continued…

Più informazioni su