Quantcast

La fotonotizia di CiaoComo

La Fondazione Bortolaso-Totaro-Sponga si presenta a Como foto

Più informazioni su

Per costruire qualcosa che duri nel tempo e che lasci il segno servono cuore e passione. Quegli ingredienti che Nazzarena Bortolaso, Mimmo Totaro e Giancarlo e Marialuisa Sponga hanno messo nella Fondazione che porta il loro nome e che venerdì si è presentata ufficialmente alla città con un momento conviviale nella sede di via Pannilani.

I fondatori sono volti noti, promotori di alcune delle più importanti iniziative legate all’arte del tessuto, come Miniartextil che si svolge in Italia e Francia, l’imprenditrice Nazzarena Bortolaso, l’artista e designer Mimmo Totaro e Giancarlo Sponga, marito di Marialuisa Sponga, fiber artist, scomparsa nel 2015. La missione della fondazione è promuove la divulgazione e la valorizzazione della fiber art e, più in generale dell’arte e della cultura contemporanea, attraverso mostre, pubblicazioni, eventi che coinvolgono affermati artisti nazionali e internazionali.

fondazione bortolaso

Il bel discorso della presidente Paola Re ha preceduto il brindisi inaugurale e gli interventi dei consiglieri Chiara Anzani e Jacopo Re e del critico d’arte Roberto Borghi attualmente impegnato a schedare le opere patrimonio della Fondazione.

La Fondazione Bortolaso-Totaro-Sponga è la concretizzazione dei quasi trenta anni di attività di ricerca e studio nel campo della fiber art contemporanea ed erano in molti amici e sostenitori che hanno seguito Nazarena e Mimmo lungo il loro percorso culturale, a brindare al futuro dell’ente. A portare il saluto del Comune di Como  era presente il dottor Franco Brenna consigliere con delega alla cultura e la dirigente del settore cultura Maria Antonietta Marciano.

Bortolaso-Totaro-Sponga

Primo compito della fondazione è di storicizzare e conservare nella maniera migliore possibile il lavoro fatto in 30 anni di ricerca costituendo l’archivio di tutte le opere e di tutti i materiali raccolti in tanti anni. Contemporanemante – dice la presidente Paola Re – è organizzare eventi in collaborazione con le più importanti gallerie e istituzioni museali del mondo in modo che la Fondazione possa trovare la propria strada per esprimersi ed essere allo stesso tempo un luogo di crescita e confronto aperto a tutti.”

Prossimo impegno sarà la 28° edizione di Miniartextil che si inaugura il 29 settembre e di cui è possibile assaporare un’anteprima in diversi luoghi della città grazie al nuovo progetto pilota di Cultura Diffusa in collaborazione con il Comune di Como.

Più informazioni su