Canottaggio, un atleta positivo dopo gli Europei in Polonia: big comaschi in quarantena foto

Tutti bloccati dalla Federazione dopo un caso riscontrato nella recente trasferta. Per loro niente tricolori a Varese.

Nonostante tutte le precauzioni adottate, anche la Nazionale di Canottaggio partecipante all’Europeo Assoluto di Poznan, è stata colpita da un caso di Covid-19. La comunicazione è di queste ore, ed è stata emanata dal Segretario Generale della Federazione Italiana Canottaggio, su indicazione del Medico Federale, nella quale si rileva che è stato riscontrato un caso di positività al test molecolare Covid-19 all’interno della compagine che ha partecipato al Campionato Europeo 2020 di Poznan. Per questo motivo, oltre all’atleta riscontrato positivo, tutti i componenti della delegazione (atleti, tecnici, medici, dirigenti) osserveranno un periodo di quarantena fiduciaria di 10 giorni, presso le rispettive abitazioni, e non saranno presenti al Campionato Italiano COOP di Varese, già iniziati ieri con le qualificazioni delle categorie ragazzi ed Under 23.

 

Nella squadra azzurra agli Europei di Poznan c’erano diversi atleti comaschi oltre al tecnico Stefano Fraquelli, capo allenatore del gruppo olimpico femminile. Sette i titolari: Pietro Willy Ruta (Fiamme Oro), Aisha Rocek (Carabinieri/Lario), Matteo Della Valle (Moltrasio), Patrick Rocek (Lario) e Arianna Noseda (Fiamme Rosse/Lario), Gabriel Soares (Marina Militare), Greta Martinelli (Tremezzina). Tre, invece, le riserve: Davide Comini (Moltrasio), Jacopo Frigerio (Lario), Giorgia Pelacchi (Fiamme Rosse/Lario). Tutti bloccati a casa da questo caso, non parteciperanno ai campionati italiani di Varese.