La rissa alla mensa del Don Guanella, già espulso dall’Italia uno dei protagonisti foto

Nicola Molteni, sottosegretario del Ministero, spiega che è stato rimpatriato. E aggiunge:"In un anno chiusi 30 centri di accoglienza sul territorio". Critiche di Pd e Rifondazione.

Già espulso dal’Italia uno dei quattro protagonisti della folle rissa  avvenuta lunedì sera la maxi rissa alla mensa don Guanella di Como, con quattro stranieri che si sono fronteggiati a calci, pugni e bastonate per futili motivi. Due feriti in modo serio: sono tutti stranieri

Oggi – spiega una nota del Viminale firmata da Nicola Molteni, sottosegretario all’Interno – uno dei quattro immigrati che ha causato la rissa alla mensa dei poveri Don Guanella a Como sarà espulso dal territorio nazionale. Oggi stesso sarà accompagnato al Centro Permanente rimpatri CPR di Roma e successivamente rimpatriato grazie al lavoro delle forze di polizia e ai decreti sicurezza di Matteo Salvini”.

 

Molteni aggiunge:”Sono orgoglioso del lavoro fatto sul territorio comasco. In un anno chiusi circa 30 centri di accoglienza per migranti sul territorio comasco: meno disagi a cittadini, sindaci ed amministratori locali”. Ma a lui arrivano critiche di Pd e Rifondazione Comunista proprio su queste chiusure tra le quali spicca quella del centro di via Regina a Como.