CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Lungolago, ora c’è il via libera per la riapertura

Più informazioni su

La Sacaim, la società impegnata nel cantiere delle paratie, ha dato parere positivo per la riapertura di una parte della zona. Ma intanto arriva un bruttav tegola per le casse dell’amministrazione cittadina: si devono pagare i progettisti per la direzione dei lavori.

 

 

 

 

“Con la morte nel cuore ma dobbiamo pagare. L’arbitrato si è chiuso decretando che l’amministrazione comunale debba corrispondere ai progettisti anche il corrispettivo per la direzione lavori. La chiusura di questa vicenda, in ogni caso – commenta il sindaco di Como Mario Lucini (nella foto a lato) –  non pregiudica il procedimento civile che l’amministrazione attiverà nei loro confronti per i presunti errori e omissioni progettuali”. La richiesta avanzata dai progettisti, Renato Conti, Ugo Majone e Carlo Terragni, era di 192mila euro (maggiorati di Iva ed Inarcassa e interessi legali) e l’arbitrato ha fissato in 122mila euro (ai quali andranno aggiunti i costi di Iva ed Inarcassa e gli interessi legali, calcolati dal 23 maggio 2010) la somma che l’amministrazione dovrà corrispondere. La linea difensiva del Comune si è sempre incentrata sul fatto che l’attività di direzione lavori non fosse mai cominciata e che pertanto tale indennizzo non fosse dovuto. “Non posso purtroppo riscrivere il passato e mi attengo a quanto il collegio arbitrale ha deliberato – chiude il primo cittadino – Oggi, ogni attività ed energia è impiegata per chiudere al più presto questa pesante eredità”.

In queste ore, intanto, il Comune ha ottenuto il via libera di Sacaim per la riapertura provvisoria del primo lotto del lungolago, riapertura che sarà sponsorizzata dal Consorzio Como Turistica con Amici di Como entro la fine di giugno, primi di luglio al più tardi.

Più informazioni su