CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Canottaggio: strepitosa Bertolasi alla Schiranna, gran passo verso Rio (foto e cronaca)

Bertolasi da urlo – L’attenzione di tutti gli appassionati di Canottaggio era in questo fine settimana concentrata sul Lago di Varese, dove, sul campo gara della Schiranna, si è svolta la prima prova di Coppa del Mondo della stagione 2016. Gli occhi dei tifosi della Canottieri Lario erano ancor di più focalizzati sui propri atleti convocati in Azzurro per questo importantissimo banco di prova, in vista soprattutto delle ormai vicine regate di qualificazione olimpica programmate per fine Maggio a Lucerna. In evidenza, con una prova decisamente stratosferica, la portacolori della Lario Sara Bertolasi, che, nel 2- con la compagna Alessandra Patelli, ha ottenuto un inimmaginabile secondo posto alle spalle del fortissimo equipaggio del Sud Africa, già qualificato per Rio.

Partite benissimo, le due azzurre hanno tenuto testa all’equipaggio sudafricano per i primi 500 metri, cedendo poi loro un secondo ogni quarto di gara, ma riuscendo comunque a tenere la Spagna (alla fine giunta terza) sempre qualche centimetro dietro, per sfoderare poi un finale al fulmicotone che ha permesso loro di guadagnare l’argento con più di 4 secondi di vantaggio sulle iberiche. Grandissima soddisfazione da parte di tutto lo Staff federale e di tutto la dirigenza Lario, presente al gran completo in tribuna. Euforico ed emozionatissimo il Presidente Enzo Molteni. Quello che ha impressionato ancor di più del risultato ottenuto è stata la sapiente condotta di gara, gestita al tempo stesso con audacia e prudenza.

Le ragazze venivano da due giorni di qualificazione intensi e piuttosto difficili, anche perché nelle ore precedenti a questi impegni le condizioni fisiche, causa un persistente stato febbrile, non erano certo state quelle ottimali. Sul traguardo hanno addirittura dato, nonostante il grandissimo sforzo fisico, l’impressione di non essere stremate, segno di una grande condizione atletica. Nei minuti dopo la gara le due festeggiatissime atlete sono apparse molto serene, rilassate e naturalmente felicissime, sintomatico di una grande tranquillità psicologica e affiatamento anche al di fuori della barca. Tutti segnali positivi, che non possono che far ben sperare per il prossimo futuro a cinque cerchi.

La cronaca degli atleti bianco-nero stellati vestiti d’azzurro continua con il diciottesimo posto assoluto nel singolo di Gaia Marzari, sempre pronta ad ogni sfida a cui viene chiamata, con il quattordicesimo posto nel 2- PL di Nicole Sala con la compagna Francalacci e con il bel sesto posto di Lorenzo Gerosa nel 2- PL (specialità non olimpica) con il compagno Ficarra.

Giornata da incorniciare per la Lario e soprattutto per Sara, che è finalmente salita sul gradino di un podio a livello mondiale. Posizione meritatissima la sua visto l’impegno, la serietà, la determinazione che ogni giorno dimostra durante la preparazione e vista la coraggiosa scelta di vita che si è imposta in nome della sua seconda Olimpiade. E per la società comasca un’altra piccola-grande soddisfazione viene dal suo atleta “adottivo” Angel Fournier Rodriguez che ha conquistato l’argento nel singolo alle spalle del fortissimo croato Martin Damir.