Dal set di “”Cento Milioni di Bracciate” sul lago di Como

Quando il nuoto diventa impresa epica e impegno sociale. Questa la straordinaria storia di Leo Callone 71 anni di Mandello, conosciuto come il “caimano del Lario”, atleta azzurro capace di fare il giro del mondo due volte, detentore del record della traversata della Manica per oltre 25 anni, che ha sfidato Loch Ness, nuotato da Como a Colico, dall’Asinara a Porto Torres e molto altro.

Alla storia umana e sportiva di Leo è dedicato il film “Cento Milioni di Bracciate” che la regista comasca Donatella Cervi sta girando sul ramo lecchese del lago di Como con gli attori Gian Marco Tavani nei panni (e costume) di Callone e Paola Onofri che interpreta sua moglie Angela. La produzione della Mediacreative è affidata ad uno staff artistico e tecnico costituito da Lorenzo Venturini, Stefania Moretti, Luca Ticozzi, Marzio Tomasini,Francesco Merazzi,David Cortese,Massimo Pozzoli,Fabiana Maria Lavezzi,Chiara Mariani,Jenni Olivari,Alessio Gurian,Marianna Surianello e Andrea Giambiti. 

I set fin’ora utilizzati sono stati Mandello del Lario, Dervio e Bellano, ora la troupe si appresta a trasferirsi al mare per girare le imprese di Leo in acqua salata. Termine delle riprese entro la metà di orrobre, poi il tempo per montaggio e il film sarà pronto per la visione nelle sale.

Qui una foto gallery durante le riprese

100 milioni di bracciate

100 milioni di bracciate