Contrasto al lavoro sommerso

Guardia di Finanza, scoperti 20 lavoratori in “nero” e 21 irregolari nel comasco

Proseguono i controlli delle Fiamme Gialle in tema di contrasto del lavoro sommerso: sanzioni per diversi esercizi commerciali del territorio

Guardia di Finanza

Prosegue incessante l’impegno della Guardia di Finanza di Como, volto alla tutela della collettività e della legalità economico-finanziaria nonché alla prevenzione e repressione delle violazioni in materia di “lavoro sommerso”. Le Fiamme Gialle lariane, nei giorni scorsi, hanno scoperto 20 lavoratori impiegati in “nero” e 21 lavoratori irregolari.

I Finanzieri del Gruppo Como hanno scoperto sei lavoratori in “nero” in un ristorante di Capiago Intimiano e altri cinque in un’attività commerciale di Montorfano. I datori di lavoro di entrambi gli esercizi commerciali hanno provveduto a regolarizzare, immediatamente, la posizione di ciascun lavoratore, pagando le previste sanzioni amministrative, sancite dalla normativa di settore.

A Como, trovati altri cinque lavoratori in “nero” in un bar, in un minimercato e presso due bancarelle, oltre a diciannove lavoratori irregolari impiegati in un ristorante.

I Finanzieri della Compagnia di Erba hanno scoperto, in un ristorante dell’erbese, un lavoratore in “nero” e due lavoratori irregolari. Sempre a Erba, un lavoratore “in nero” era impiegato in un bar e un altro è stato scoperto intento a prestare la propria opera in un salone da parrucchiere. In questo ultimo caso, è stata richiesta la sospensione dell’attività. Infine, un lavoratore in “nero” è stato trovato anche in un bar di Mariano Comense.

L’attività delle Fiamme Gialle s’inquadra, in particolare, in due dei principali obiettivi perseguiti dal Corpo: arginare la diffusione dell’illegalità e dell’abusivismo nel sistema economico, a tutela delle imprese e dei professionisti che operano nella piena e completa osservanza della legge e tutelare proprio la parte più debole in un rapporto di lavoro, ovvero i lavoratori. Questi ultimi, infatti, lavorando in “nero” o in maniera irregolare, non vedono riconosciuta alcuna copertura previdenziale e assicurativa, con gravissime conseguenze sia sulle legittime aspettative di maturazione dei requisiti pensionistici, sia sulle garanzie in tema di infortuni sul lavoro.

leggi anche
guardia di finanza scopre nuova droga, sequestro casa di bulgarograsso BHO suo nome
Il bilancio
La Finanza di Como a caccia di evasori e truffatori: criminalità organizzata ancora presente
finanza como sequestro immobili imprenditore per false fatture per costruzione albergo lusso
Il blitz
Como, la Finanza confisca 800.000 euro ad un imprenditore del settore elettronico
sequestro alcolici guardia di finanza
Il sequestro
Guardia di Finanza, intercettate a Como 4500 bottiglie di alcolici di contrabbando
incentivi covid percepiti illegalmente Como
L'inchiesta
Incentivi alle imprese per il Covid, frode per oltre 2 milioni: 16 nei guai
guardia di finanza generico usura
Guardia di finanza
Condannato per usura, confiscati 5 immobili per un valore totale di 400mila euro
Guardia di Finanza
Altro blitz
Lavoro sommerso, la Finanza di Como scopre 14 lavoratori in nero e 11 irregolari in provincia
commenta