Il blitz

Canzo e Proserpio, presi gli spacciatori di cocaina: scappano sui tetti e si feriscono

Uno intercettato nei boaschi sanguinante, altri due in auto ad ERba. E uno nel milanese. Tutti in carcere, giro molto remunerativo.

Quattro persone arrestate tra cui tre fratelli marocchini, sequestro di droga e soldi. La polizia, d’intesa con la Procura, ha dato un colpo importante ad una banda dedita allo spaccio di cocaina nel territorio di Erba. L’inchiesta è scatatta a febbraio quando i poliziotti hanno sequestrato alcune dosi ad acquirenti del gruppo. In poco tempo, gli agenti sono riusciti a risalire ai componenti dell’organizzazione, grazie anche alle intercettazioni, telefoniche e ambientali. Ad essere fermati btre fratelli marocchini di 34, 30 e 28 anni ed un loro connazionale di 20 anni. Tutti irregolari tranne il più grande.

 

 

L’ORGANIZZAZIONE DELLA BANDA

La loro organizzazione è stata smantellata pezzo per pezzo: tutti avervano a disposizione telefoni intestati a prestanome così come macchine a noleggio o di proprietà di terze persone. Tutto il giorno, e fino a tarda sera, organizzati in turni e quasi sempre in coppia, giravano incontrando gli acquirenti. La droga non venduta veniva nascosta in un bosco.

 

ARRESTO MOVIMENTATO

Il movimentato arresto dei quattro. Gli agenti si sono recati nelle case degli indagati. Una a Canzo e una a Proserpio e mentre cercavano di aprire la porta di ferro chiusa a chiave, i tre sono scappati scalzi sui tetti uscendo da un buco nel controsoffitto. Inseguimento che ha portato un agente (caduto dal tetto) a procurarsi ferite multiple. Uno di loro rintracciato (con ferite ad un piede) nei boschi di Proserpio, successivamente rintracciati altri due a bordo di un’auto, a Erba, con addosso circa 50 grammi di cocaina divisa in dosi e mille euro in contanti. Infine ieri l’ultimo della banda rintracciato a Solaro (Monza Brianza). Ha tentato la fuga, ma è stato bloccato e portato al carcere del Bassone.

 

 

leggi anche
blitz questura di como boschi dello spaccio inverigo e merone materiale rinvenuto
L'operazione
Blitz nei boschi dello spaccio tra Merone e Inverigo: droga e materiale di confezionamento
auto polizia e paletta
Beccati
Cantù, marito e moglie bloccati dalla Polizia per spaccio di droga: cocaina e soldi in casa
auto polizia notte generica
Il blitz
Spaccio nella bassa comasca: la polizia nota lo scambio di dosi, tunisino in manette
commenta