Quantcast
"Cronotopo" l'opera di Nanda Vigo in Pinacoteca - CiaoComo
Fino al 29 maggio

“Cronotopo” l’opera di Nanda Vigo in Pinacoteca

Nanda Vigo Cronotopo pinacoteca

Fino al 29 maggio Villa Olmo ospita una grande mostra d’arte:  “Astratte. donne e astrazione in italia 1930-2000” , opere di 39 artiste in un arco temporale che va dalle pioniere comasche Badiali e Prina e arriva fono alle artiste italiane più rappresentative del genere.

Contemporaneamente alla mostra di Villa Olmo, nello spazio Campo Quadro della Pinacoteca Civica di Como è possibile ammirare “Cronotopo”, un’opera luminosa in cristalli, specchi e neon di Nanda Vigo, in prestito dall’archivio dell’artista.

nanda vigo

Nanda Vigo nasce a Milano nel 1936. dimostra interesse per l’arte fin dalla tenera età, quando ha occasione di trascorrere del tempo con Filippo De Pisis e di osservare le architetture di Giuseppe Terragni a Como, in particolare la Casa del fascio, di cui la affascina la luce che fuoriesce dalle porzioni di vetrocemento. Dopo essersi laureata all’Institut Polytechnique di Lausanne parte per San Francisco dove inizia un importante stage.

Dal 1959 frequenta lo studio di Lucio Fontana e si avvicina a Piero Manzoni ed Enrico Castellani. in quel periodo, tra i diversi viaggi per le mostre in tutta Europa, Vigo conosce gli artisti e i luoghi del movimento ZERO in Germania, Olanda e Francia.

Maestra della Luce riconosciuta, Nanda Vigo ha operato con un rapporto interdisciplinare tra arte, design, architettura, ambiente, impegnandosi in molteplici progetti in tutte le discipline. Negli anni sessanta lavora e realizza i “cronotopi”, dal greco cronos (tempo) e topos (luogo). Come dichiarato nel suo manifesto cronotopico del ’64, il cronotopo rimanda ad un “postulato cinquedimensionale introducente all’adimensione”, concetto declinato su varie scale, dagli oggetti come quello qui esposto, sino all’ambiente vero e proprio.

Generico marzo 2022

In questo cronotopo realizzato nel 1966, la luce prodotta dal neon bianco viene filtrata da lastre di vetro smerigliato sovrapposte, generando una distorsione nella percezione dello spazio.
Stimolatore di percezioni, il cronotopo conduce lo spettatore verso un’altra dimensione, l’a-dimensionalità dello spazio luminoso.

 

Campo Quadro, Pinacoteca Civica, via Diaz 84 – Como

biglietto di ingresso pinacoteca civica:
tariffa intera € 5,00
tariffa ridotta € 3,00
emergenza covid-19: green pass e green pass rafforzato
verifica sul sito www.dgc.gov.it/web le limitazioni per l’accesso.

tel. -39 031269869
musei.civici@comune.como.it
orari da martedì a domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00

commenta