Quantcast
Slow Food Como premia la tipicità brianzola al Festival della Cazoeula - CiaoComo
Riconoscimento prestigioso

Slow Food Como premia la tipicità brianzola al Festival della Cazoeula

Il primo premio per la cazoeula più vicina alla filosofia del "buono, pulito e giusto" è stato assegnato alla Trattoria da Guido di Alzate

Anche quest’anno la Condotta Slow Food di Como, accordandosi con gli organizzatori del Festival della Cazoeula 2022, assegnerà un suo riconoscimento per la Cazoeula che rispecchierà al meglio la filosofia del movimento Slow Food, “Buono, Pulito e Giusto”.

premiazione slow food festival cazoeula

Slow Food è un movimento culturale internazionale nato in Italia e, più precisamente, a Bra, in Piemonte, nel 1986, ma radicato territorialmente con le condotte, come quella di Como, che hanno un’autonomia di gestione ed iniziative proprie. Il suo principale obiettivo è quello di ridare il giusto valore al cibo e al momento in cui viene consumato, in netta contrapposizione con la cultura frenetica suggerita dai fast food. L’associazione, infatti, cerca di rendere il consumatore curioso e consapevole riguardo all’alimentazione, al cibo e all’impatto ambientale dei prodotti alimentari, promuovendo quindi agricolture prive di OGM e rispettando la territorialità e la stagionalità degli ingredienti. Inoltre, Slow Food si impegna a dar valore alle tradizioni locali e ai cibi dimenticati, valorizzando la diversità dei territori. Per Slow Food, il cibo deve essere buono al palato, rispettoso dell’ambiente e preparato utilizzando prodotti del territorio per favorire la filiera corta, con tutti i vantaggi che ne derivano, come la riduzione del consumo di energia e dell’inquinamento e la possibilità di conoscere la storia delle materie prime e del produttore. Così facendo, è più facile avere un piatto giusto in termini di soddisfazione e di riconoscimento economico, perché si riesce a dare il corretto valore al lavoro e alla qualità delle materie prime che si celano dietro alla preparazione del piatto.

premiazione slow food festival cazoeula

Per questi motivi, durante il Festival della Cazoeula 2022, una giuria di esperti di Slow Food ha valutato una serie di informazioni che il ristoratore ha liberamente fornire ai giudici, come la provenienza delle carni e delle verdure e la tipologia di allevamento o coltivazione, che hanno dato prova della cura nella ricerca e nella selezione delle materie prime. Il primo premio per la cazoeula più vicina alla filosofia del buono, pulito e giusto è stato assegnato alla Trattoria da Guido di Alzate, mentre al secondo e terzo posto si sono classificati, rispettivamente, l’osteria La Laterna di Cressogno in Valsolda e La Cassinazza di Orsenigo.

Oltre ai vincitori, sono stati “premiati” con un attestato di partecipazione altri nove ristoranti: un dato importante, questo, che dimostra una crescita nell’attenzione della ricerca delle materie prime sostenibili da parte dei ristoratori.

premiazione slow food festival cazoeula

Il riconoscimento Slow Food permette al consumatore di conoscere l’origine delle materie prime di ciò che si sta mangiando, promuovendo l’utilizzo di prodotti locali a vantaggio della freschezza e della sostenibilità ambientale, e di riscoprire antichi sapori tradizionali raccontandone la storia.

Andrea Zappa

leggi anche
Cassoeula / festival / Andrea Zappa
Buonissimo
Cassoeula, la storia e il gusto a tavola (e al festival)
commenta