Quantcast
La novità

Da domani tornano le visite negli ospedali di Asst Lariana: qui le regole per accedere

Via libera con importanti disposizioni da rispettare. Tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 18,15 alle 19. Non possono entrare i bambini sotto i 12 anni.

A due anni esatti dall’inizio della Pandemia da Covid, da domani un ulteriore passo in avanti verso la normalità anche nelle visite ai parenti ricoverati nei vari ospedali del territorio. Asst Lariana, con una nota diffusa poco fa, conferma che da domani, in ottemperanza alle disposizioni normative, nei reparti di degenza no Covid sono riammessi i visitatori. Per quanto riguarda i presidi dell’Ente (ospedale Sant’Anna San Fermo, ospedale Sant’Antonio Abate di Cantù, ospedale Erba-Renaldi di Menaggio, presidio Felice Villa di Mariano) i visitatori potranno accedere tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle ore 18.15 alle ore 19; è consentito l’ingresso di un solo visitatore per paziente al giorno, con permanenza massima di 45 minuti; i visitatori devono obbligatoriamente indossare la mascherina chirurgica per tutta la durata della visita; per poter accedere al reparto i visitatori devono essere in possesso in Green Pass rafforzato; la certificazione dovrà essere esibita al personale presente all’ingresso dei presidi e su eventuale richiesta al personale del reparto.

 

Restano sempre in vigore le consuete norme sul distanziamento sociale, l’igiene delle mani, la misurazione della temperatura e si ricorda altresì che non è consentito l’accesso ai bambini di età inferiore ai dodici anni. Per quanto riguarda gli accessi dei visitatori in Pronto Soccorso, resta consentito solo per pazienti minori, donne in gravidanza, pazienti disabili, pazienti non autosufficienti. “Sulla base dell’andamento epidemiologico e in relazione al loro impatto organizzativo rivaluteremo a breve queste misure – osserva il direttore sanitario di Asst Lariana Matteo Soccio – Ad imporre massima cautela e prudenza è il contesto pandemico da cui stiamo cercando di uscire. Per questo invito tutti alla massima collaborazione”. 

 

 

commenta