Quantcast
Lunedì del Cinema: "Il potere del cane", un thriller psicologico in salsa western - CiaoComo
Spazio gloria

Lunedì del Cinema: “Il potere del cane”, un thriller psicologico in salsa western

Per i Lunedì del Cinema arriva al Gloria di via Varesina il primo film di Jane Campion dopo un decennio o quasi di silenzio. “Il potere del cane” è ambientato negli anni Venti del secolo scorso, lassù nel Montana, tra mandrie e cowboy tanto da essere inserito nel genere western per i paesaggi. Una definizione sbrigativa che non rispecchia il film della Campion che somiglia, piuttosto, ad un racconto gotico. I temi sono quelli cari alla regista fin dai tempi di “Lezioni di piano”: la violenza e la grazia della natura, il potere del desiderio e quello della musica.

Siamo nel 1925, Phil Burbank è un ricco allevatore dal fascino crudele, lo sguardo severo che incute timore a tutti. Ha intrappolato amore, potere e fragilità nel suo passato e nella sua terra: sa castrare un vitello con due tagli netti del coltello, nuota nudo nel fiume e non ha paura di sporcarsi nel fango. Quando il mite e più colto fratello George (il grandissimo Jesse Plemons) porta a casa la nuova moglie, la vedova Rose (Kirsten Dunst), con il figlio di lei, Phil non ci sta ad accettare quelli che considera solo degli estranei e li comincia a tormentare in una guerra senza esclusione di colpi. Ma si può dire che se questa è la trama di minima, quello che succede dopo è legato a smottamenti emotivi dei personaggi tanto sorprendenti quanto impossibili da raccontare senza fare spoiler. Ma una cosa è certa: il figlio di Rose, Peter  che compare molto in sordina solo a metà film, alla fine sarà un vero e proprio protagonista. Frase chiave de “Il potere del cane” è lo stesso titolo, si tratta di un passo della Bibbia, un salmo che recita ‘Salva l’anima dalla spada, salva il cuore dal potere del cane’. Cosa che nel Vecchio Testamento significa la capacità e la consapevolezza dei ricchi e dei potenti di poter opprimere i poveri e coloro che non hanno nessun tipo di potere.

lunedì del cinema

Tratto da un romanzo del 1967  di Thomas Savage,  il film mostra orizzonti liberi e infiniti, di contro le anime dei protagonisti risultano prigioniere e dolenti. I panorami mozzafiato, i paesaggi innevati, i fiumi immacolati sono un meraviglioso affresco popolato, però, da amori tossici e sessualità represse. Tra spighe di grano insanguinate, animali morti per l’antrace e riviste di culturismo traboccanti di beefcake, Jane Campion ci mostra la solitudine di chi è alieno, soprattutto a se stesso. In quest’opera nessuno pare avere il coraggio di diventare ciò che è. Le pulsioni diventano ossessioni, le psicologie si trasfigurano in patologie e la felicità appare irraggiungibile come le stelle.

Spazio Gloria via Varesina – Como

24 gennaio

IL POTERE DEL CANE

di Jane Campion

Regno Unito, Austrlia, Nuova Zelanda 2021

Inizio film ore 21

Ingresso intero € 7,  ridotto € 5 (under 20 e over 65)
Ingresso riservato ai soci ARCI. Prevendita online consigliata
E’ necessario essere muniti di Green Pass.

Spazio Gloria via Varesina 72 – Como
Info: www.spaziogloria.com

commenta