Quantcast

mercoledì, 19 gennaio 2022 - Aggiornato alle 09:00

Riciclaggio dei soldi su conti esteri, commercialista comasco nei guai: maxi-sequestro di beni foto

La Finanza di Menaggio blocca denaro, beni mobili e immobili per circa tre milioni di euro. I dettagli dell'inchiesta

Sequestrati conti correnti e beni vari per un ammontare complessivo di quasi 3 milioni di euro ad un commercialista comasco ritenuto responsabile dei reati di riciclaggio ed auto-riciclaggio. La guardia di finanza di Menaggio è arrivato a lui attraverso accertamenti iniziati tre anni fa quando era stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 5 persone accusate di  reati tributari. E proprio gli interrogatori di garanzia degli indagati hanno portato alla luce elementi circa la presenza di un professionista che, nell’ambito della sua attività di consulenza fiscale, avrebbe ideato il modello di frode messo in atto, curandone, in ogni minimo dettaglio, gli aspetti operativi: dal reclutamento dei prestanome al dirottamento dei proventi illeciti su conti correnti esteri e nazionali per sottrarli al fisco.

 

E nei giorni scorsi i Finanzieri della Compagnia di Menaggio hanno dato esecuzione ad un’Ordinanza di applicazione di misure cautelari reali emessa dal gip del Tribunale di Como, con la quale è stato disposto il sequestro preventivo di denaro, beni mobili e immobili, per circa tre milioni di euro, nei confronti del commercialista indagato, ferma restando la presunzione d’innocenza del professionista in attesa di ulteriori accertamenti della Finanza.