Quantcast

martedì, 18 gennaio 2022 - Aggiornato alle 19:12

Variante della Tremezzina un mese dopo la chiusura della strada: i lavori eseguiti finora foto

La Regina resta chiusa: il nostro reportage. E la protesta dei commercianti per le loro attività: preoccupazione ad Argegno.

Il bilancio del cantiere della variante della Tremezzina dopo il primo mesi di lavoro. Lo ha reso noto oggi Anas, l’ente che sta eseguendo i lavori tra Colonno e Griante. Nel report settimanale ecco l’andamento degli interventi eseguiti: completato il piano di imposta della fondazione del muro lato lago mentre prosegue la realizzazione dei micropali di fondazione. Proseguono inoltre le operazioni di disboscamento, sfalcio della vegetazione spontanea e pulizia del versante vicino alla sede stradale della Statale Regina. Allo stesso tempo continuano le attività di messa in sicurezza del versante.

lavori variante tremezzina a colonno scavi cantiere
Cantiere della Tremezzina visto dal lago operai e ruspe in azione oggi

In settimana è infine iniziata la posa delle reti di protezione sul versante a monte della strada Regina e prosegue la realizzazione della pista di cantiere in corrispondenza dei futuri imbocchi a Sud (lato Como) della galleria principale e della galleria di servizio. Vanno avanti anche le attività – su entrambi i fronti (Sud e Nord) – per la realizzazione degli imbocchi della galleria di svincolo di Colonno. I lavori dal versante di Griante, invece, non inizieranno prima dei prossimi mesi. Al momento, invece, si lavora solo a Colonno. La Regina resta chiusa, in entrambe le direzioni, sino alla fine di marzo.

Regina chiusa a Colonno per lavori variante tremezzina, le immagini del cantiere

Nei giorni scorsi, intanto, la protesta dei commercianti, quelli di Argegno in particolare, che si sentono fortemente penalizzati dal cantiere e da questa chiusura scattata più di un mese fa. Le loro parole nella nostra presa diretta qui sotto.

https://www.facebook.com/ciaocomo/videos/4303769979726841

 

Resta (video sopra) una Regina decisamente differente da quella cui eravamo abituati prima della chiusura: la nostra presa diretta lo conferma in pieno.