Quantcast

sabato, 22 gennaio 2022 - Aggiornato alle 22:40

Il Covid rivoluziona tutti i campionati: domenica riparte Albese, poi il Como e la San Bernardo foto

Fine anno complesso per tutte le principali squadre. Volley donne di nuovo pronto a ripartire, le altre una settimana dopo.

Il Covid condiziona molto il mondo dello sport comasco. Fermo oggi il campionato di basket maschile di A2 con Cantù bloccata alla vigilia della trasferta di Treviglio. La decisione è stata presa dalla Federbasket su proposta della Lega Nazionale Pallacanestro. Stop al basket, dunque, con lo spostamento dell’ultima giornata del girone di andata di entrambi i gironi del campionato di A2. Il turno, inizialmente previsto per oggi, sarà disputato il 16 gennaio. La S.Bernardo-Cinelandia Park giocherà a Treviglio. I primi due turni di ritorno di entrambi i gironi del campionato di A2, inizialmente previsti per il 9 e il 16 gennaio, posticipati a data da definire Alla ripresa, dunque, Cantù ripartirà proprio dalla gara di Treviglio.

 

Covid anche per il calcio ed il Como ancora fermo in attesa di capire quando poter tornare in campo dopo lo stop delle gare del 26 e 29 dicembre scorsi. Gli azzurri erano attesi dalla trasferta di Cremona nel giorno di Santo Stefano e dalla successiva sfida interna con il Crotone. Niente da  fare anche qui. Gli azzurri riprendono il lavoro venerdì 7 gennaio e si preparano alla ripresa in campionato per sabato 15 a Cremona.

 

Volley maschile e femminile anch’essi alle prese con i problemi legati ai contagi. Oggi niente trasferta per la Libertas Cantù a Cuneo (decisione della Lega Volley di spostare la gara), mentre la Tecnoteam Albese Volley Como (A2 donne) ha ripreso proprio oggi la preparazione dopo i giorni del Covid e di riposo per il Natale. La squadra è quasi praticamente tutta di nuovo a disposizione di coach Mucciolo e dello staff: la prossima gara in calendario domenica 9 a Casnate con la terza di ritorno con il Talmassons (da recuperare due turni non disputati prima di Natale e Santo Stefano).

 

Un mese di stop a tutta l’attività ad eccezione del massimo campionato. Il rugby  – anche quello lariano – si ferma pure lui. La Federazione ha sospeso tutti i tornei  fino al 30 gennaio. Il blocco riguarda, dunque, anche il Rugby Como (serie C), oltre ovviamente a tutto il settore giovanile. Incertezza anche per la ripartenza del mondo del calcio dilettanti visto che la situazione contagi non lascia spazio a grande speranza.

 

Situazione complessa anche per l’Hockey Como che è stato costretto a rinviare gli ultimi due impegni: quello di fine anno con il Varese ed oggi a Dobbiaco. I contagi Covid mettono in crisi la dirigenza lariana (6 i positivi nel gruppo squadra da quanto si è appreso). La Federazione italiana ha preso la decisione di rinviare gli ultimi due impegni della regular season dell’Italian hockey league dei biancoblù. Incertezza sui tempi di recupero delle gare anche qui.