Quantcast

martedì, 18 gennaio 2022 - Aggiornato alle 19:12

Disperso in Sardegna da agosto, ritrovato senza vita l’escursionsita comasco Aresu foto

46 anni, cresciuto a MOntano Lucino: di lui si erano perse le tracce da mesi. IL ritrovamento in un vecchio sentiero utilizzato dai carbonai della zona.

E’ di Claudio Aresu, 46enne, il cadavere ritrovato nelle ultime ore nel Supramonte di Baunei, nell’area compresa tra Arcu’e Su Tasaru e Su Porteddu. La segnalazione è stata fatta ai carabinieri di Baunei da un escursionista che stava percorrendo un vecchio sentiero dei carbonai, oramai abbandonato. La centrale operativa del soccorso alpino è stata allertata immediatamente. Dopo gli accertamenti di rito e l’autorizzazione del procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lanusei, in accordo con i carabinieri, la salma è stata recuperata dai tecnici delle stazioni Ogliastra e Nuoro, coadiuvati dal soccorso alpino della Guardia di Finanza e dai vigili del fuoco.

 

Claudio Aresu, cresciuto con la famiglia a MOntano Lucino, era scomparso 4 mesi fa dopo un’escursione a Cala Mariolu in Sardegna. La sua auto era stata ritrovata in località “Piredda” dove era stato allestito il campo base a partire dall’una del mattino del 25 agosto. Le operazioni di ricerca si sono svolte dall’ultimo punto noto, vicino alla spiaggia di “Ispuligidenie”, comunemente nota come Cala Mariolu, percorrendo ampie porzioni di territorio, numerosi sentieri, anfratti e ogni luogo ritenuto di interesse e sono stati approfonditi tutti i sentieri e le aree che andavano in direzione della sua macchina, valutando tutte le varianti. Ma fino a oggi nessuna traccia di lui.

Nei mesi scorsi la cognata Francesca e Daniele, fratello di Claudio, avevano lanciato disperati appelli a non fermare le ricerche in tutta la zona. Avevano anche postato la foto di Claudio (allegata dalla pagina Facebook) per chiedere info in tutta la zona. Ora purtroppo arriva la tragica conferma che il corpo ritrovato è proprio il suo a distanza di quattro mesi dalla scomparsa.