Quantcast

martedì, 25 gennaio 2022 - Aggiornato alle 20:33

Un arbitro comasco torna in serie A dopo Marelli ed Ostinelli: Andrea Colombo “fischia” a Torino foto

Classe 90, una carriera bruciante. In pochi anni dai dilettanti ai "grandi". Giovedì sera la prima volta nella massima serie.

La prima volta in serie A. Oggi la designazione attesa e la soddisfazione di entrare a far parte dei “grandi” fischietti nazionali. Un debutto importante quello che aspetta – nel posticipo di giovedì alle 18,30 – il giovane arbitro comasco Andrea Colombo, classe 1990, tra i più promettenti del panorama italiano. E’ stato designato per Torino – Empoli, posticipo del turno infrasettimanale del massimo campionato.

 

Il direttore di gara lariano ha iniziato la sua carriera nel 2006. A portarlo sulla strada arbitrale suo cugino Raffaele Colombo, arbitro internazionale di pallanuoto, che gli consigliò di provare a fare il direttore di gara di calcio. Ed Andrea, con grande determinazione, ha fatto tutta la trafila sui campi di periferia, poi i dilettanti fino ad arrivare alla serie C. Nel 2020/21 ha concluso una grande stagione arbitrando la delicata sfida di playoff tra Avellino e Padova. In quell’occasione ha ricevuto i complimenti del presidente di Lega Pro, Francesco Ghirelli

 

Da qui la promozione in Can A e B dalla stagione 2021/2022. Il suo esordio tra i “grandi” lo ha avuto il 16 agosto in Coppa Italia dirigendo Sampdoria – Alessandria. In precedenza gli ultimi fischietti della provincia di Como ad aver raggiunto questi livelli erano stati Luca Marelli nel 2005 ed Emilio Ostinelli nel 2010. Ora tocca ad Andrea al quale va un grosso in bocca al lupo anche da parte della nostra redazione.