Quantcast

Va’ Sentiero, concluso il trekking più lungo del mondo

Tra i fisioterapisti che hanno sostenuto i camminatori di Va' Sentiero anche la comasca Corinne Valli: "Felice per questa opportunità, grande esperienza"

Si è chiuso in Sicilia, nei giorni scorsi, il trekking dei fisioterapisti di EOM Italia, la scuola di osteopatia che ha sede a Torino, scesi in campo a fianco di migliaia di escursionisti che hanno camminato dalle Alpi allo Stivale per 7.850 chilometri: il progetto del più lungo trekking del mondo, denominato Va’ Sentiero, aveva l’intento di far conoscere il Sentiero Italia, un percorso realizzato tra il 1983 e il 1985 dai volontari del Club Alpino Italiano ma che poi, come tanti tesori italiani, è finito nel dimenticatoio. Partito nell’estate 2019, Va’ Sentiero ha attraversato 20 regioni, per 600mila metri complessivi di dislivello e oltre 3mila camminatori di 16 Paesi, che hanno preso parte ad almeno qualche tratto delle 365 tappe. Il trekking ha subito una battuta d’arresto solo nel 2020 e nella prima parte del 2021, nei mesi di lockdown dovuti alla pandemia. L’iniziativa ha visto la partnership di EOM, che lungo il percorso ha prestato i suoi fisioterapisti osteopati, a disposizione dei compagni di viaggio con trattamenti in caso di necessità.

va' sentiero corinne valli

Anche la trentunenne comasca Corinne Valli, fisioterapista osteopata di Lezzeno e colonna portante dello studio Fisiolario di Bellagio, ha dato assistenza e consigli ai compagni di viaggio di “Va’ Sentiero” per conto della scuola EOM Italia e, al termine, si è detta entusiasta dell’esperienza: «Sono stata felicissima di questa opportunità, che mi ha dato la possibilità di fare esperienza fuori dal mio studio. Sono stata a disposizione degli altri camminatori, fornendo supporto e assistenza tecnica per qualsiasi necessità o inconveniente che si è presentato lungo il cammino. Adoro la montagna e mi piace camminare, anche se il lavoro e lo studio mi lasciano poco tempo».