Quantcast

Un viaggio tra l’Italia e l’India per ritrovare se stessi e le proprie radici: “Le strade del figlio” il libro di Giona Peduzzi

Sarà disponibile dal 27 ottobre nelle migliori librerie e negli store online “Le strade del figlio” di Giona Peduzzi – edizioni Polaris, libro d’esordio dello scrittore comasco di nascita ma romano d’adozione, nonché autore televisivo, che ha voluto omaggiare l’India e le sue genti, la sua cultura e la sua storia millenaria in questo romanzo di formazione nel quale il viaggio del protagonista, il diciannovenne Ermanno, diviene metafora della ricerca del proprio Io e della propria storia.

Peduzzi presenterà il romanzo venerdì 26 novembre alle ore 21 presso lo Spazio Libri La cornice di Cantù (viale Ospedale 8) insieme a Marzio Porro e Franco Colombo; ingresso con prenotazione e Green pass (spaziolibrilacornice@gmail.com – 031700571).

Fil rouge della narrazione è la ricerca del padre mai conosciuto e la cui unica traccia è impressa in una dedica sul romanzo di Herman Hesse, Siddharta, donato vent’anni prima alla madre di Ermanno dall’allora fidanzato e su cui campeggia la firma “Baba Paskuy Shtal”: è a questo enigmatico ed esotico nome che il giovane protagonista addosserà tutte le colpe della sua insoddisfacente vita e del rapporto disastroso con la madre. Anche la religione, l’induismo ma non solo, il rapporto con l’assoluto, la spiritualità, la morte sono protagonisti dei pensieri di Ermanno, ateo come molti della sua generazione, che nell’incontro/scontro con il padre scoprirà anche una dimensione più profonda di rapporto con Sé e con il mondo.  E infine c’è l’amore – rappresentato dalla giovane Shanti, alter ego indiano di Ermanno – nella sua componente più sconvolgente che è quella dell’innamoramento e della scoperta del sesso, la paura della prima volta, l’inadeguatezza nei confronti di un sentimento così grande e potente.

«Iniziavo a capire però perché mio padre aveva deciso di trasferirsi in India,
c’era qualcosa di magnetico nelle sue strade, nella sua gente,
nei suoi riti e nei colori.»

Ma la vera protagonista di questo romanzo è l’India esplorata e narrata attraverso il viaggio di Ermanno che da Roma partirà alla volta dell’Asia: la prima tappa è New Delhi, capitale caotica, sporca e confusionaria, la “porta sul mondo nuovo”, cui seguono Haridwar e Rishikesh, con la loro carica spirituale legata allo yoga e la ritualità induista. Da lì il viaggio prosegue a Varanasi, tra santoni, morte e un’esperienza di volontariato tra i lebbrosi, per approdare alla capitale del cinema Mumbai e gli scintillanti studi di Bollywood. Ultima meta sono le spiagge di Goa, noto paradiso hippy, dove Ermanno scoprirà un nuovo modo di vivere la propria esistenza e finalmente fare pace con se stesso.

giona peduzzi

Protagonista del libro è Ermanno, ha diciannove anni ed è fermamente convinto di avere una marcia in più rispetto a tutti quanti, per questo è sempre da solo e fatica a trovare il proprio posto nel mondo. Appassionato di cinema e di tutto quello che ha a che fare con la morte, Ermanno addossa tutte le colpe della propria infelicità al padre che non ha mai conosciuto e che sa essere un Santone in India. Così un giorno, con un colpo di testa di cui si pente un attimo dopo, decide di partire alla sua ricerca, con la speranza che i suoi problemi si risolvano magicamente. Il suo sarà un viaggio di formazione, in cui scoprirà i propri limiti ma anche le proprie qualità, perdendosi tra le strade dell’India, il Paese più emozionante del Mondo che gli regalerà una nuova prospettiva di vita.

 

Presentazione del romanzo “Le strade del figlio” di Giona Peduzzi

26 novembre, ore 21 c/o Spazio Libri La cornice (viale Ospedale 8 – Cantù)

L’autore dialoga con Marzio Porro e Franco Colombo
Ingresso con prenotazione – obbligatorio Green pass
(spaziolibrilacornice@gmail.com – 031700571)

 

giona peduzzi

Giona Peduzzi nato nel 1980 a Como, vive a Roma. Da quasi vent’anni lavora per la televisione e oggi è uno dei più importanti autori della sua generazione. Ha lavorato con i più grandi conduttori televisivi italiani e con le principali case di produzione per tutti i network italiani (Mediaset, Rai, Sky, Discovery). Come Capo Progetto e Autore ha scritto reality e talent show, quiz, game, people show, emotainment e dating. Ha collaborato sia a grandi show di prima serata (Festival di Sanremo, C’è posta per te, La Corrida, Portobello) che a programmi sperimentali (ha scritto le prime edizioni italiane di Naked Attraction, Matrimonio a Prima vista e Boss in Incognito), passando dall’adattamento di grandi format internazionali (Italia’s Got Talent, Tu Si Que Vales, Temptation Island, I can do that!, This time next year, Bring the noise) alla collaborazione per la creazione di format originali (Voglio essere un mago, Una parola di troppo, Amore in quarantena, Ho qualcosa da dirti e molti altri). La sua più grande passione oltre alla scrittura è girare il mondo. È un coordinatore di Viaggi e Avventure nel Mondo, accompagna gruppi di viaggiatori in giro per il globo e collabora con varie riviste e blog scrivendo articoli e racconti di viaggio. Al momento ha visitato quasi 50 nazioni ma l’India è quella che più gli è rimasto nel cuore.