Quantcast

Spider solitario: trucchi e varianti di un gioco che non tramonta mai

Più informazioni su

Spider solitario è un free games utilizzato da oltre tre decenni. Generazioni di giocatori si sono succedute e hanno passato ore a cercare soluzioni e varianti per vincere.

 

Ma come mai ha avuto tutto questo successo?

 

Le ragioni sono da addurre alla sua capacità di intrattenere in maniera stimolante l’utente, che si trova coinvolto in un’adrenalinica corsa contro il tempo per abbinare le carte.

 

Se poi si inizia a giocare fin da piccoli, crescendo si progredisce anche con il gioco, si arriva fino al livello avanzato, sancendo un rito di passaggio fondamentale.

 

La versione di Microsoft

Nel 1998 Microsoft decise di inserire all’interno dei propri computer questa variante del classico solitario. Fu subito un gran successo. Il ragnetto che appariva sullo schermo incuriosì anche il pubblico giovanile e così divenne uno dei più amati passatempi disponibile su desktop.

 

Fu uno stagista, Wes Cherry, a realizzare questo gioco di carte sul primo pc Microsoft. Lo adattò al solitario, in modo da intrigare anche i giocatori meno avvezzi alle carte. Il colore era verde incandescente, lo spider solitario era facilmente fruibile sul Windows 3.0 e le ore scorrevano alla ricerca della combinazione perfetta.

 

Spider Solitaire

Da allora il ragnetto ne ha fatto di strada! In qualunque sito di gaming online è possibile trovare una versione free dell’immancabile gioco per pc. Ma quante volte effettivamente si vince?

Secondo il rapporto di TechUser.net, il rapporto è di 1 a 400, il che significa che sia abbastanza risolvibile. Il problema è l’utente che spesso abbandona perché pensa di non avere altre possibilità.

 

Spider Solitaire insegna la pazienza, la strategia di gioco, la visione sul lungo termine. Ma ci sono dei trucchi che si possono utilizzare per vincere. Vediamo quali sono.

 

Le mosse vincenti di Spider solitario

La prima cosa da fare per giocare a questo games è quella di munirsi di grande pazienza e focalizzarsi su un unico obiettivo: sbloccare tutte le carte che si trovano a faccia in giù.

In questo modo saprai esattamente che cos’hai in mano e come utilizzarlo.

 

Un’altro trucco è quello legato all’estrazione del re. Secondo la maggioranza degli utenti, quest’operazione va effettuata unicamente quando c’è più di una colonna vuota. Ma non è sempre vero.

 

Bisogna sempre valutare le circostanze. Infatti, talvolta se i re bloccano troppe colonne, poi non resta spazio e si perde la partita. Invece, è meglio lasciare sempre l’ultima carta sotto quella del re. Così facendo si avrà una carta da utilizzare quando non ci sono altre possibilità.

 

In generale, quando si gioca a spider solitario la strategia migliore è tenere la mente aperta. Non fissarsi su un’unica figura, su un’unica sequenza di mosse, ma crearne altre, continuamente. Abbattere gli ostacoli in primo luogo nella propria mente, così poi sarà più semplice visualizzare nuove strategie per farlo nel gioco.

 

La pratica è la migliore consigliera. Spider solitario è un passatempo in cui per diventare esperti bisogna fare allenamento con costanza e pazienza, così da memorizzare con naturalezza sempre nuove strategie.

Più informazioni su