Quantcast

MULHOLLAND DRIVE di David Lynch al Gloria in versione restaurata 4K foto

Più informazioni su

Una varione nel programma dei Lunedì del Cinema Gloria: il film “Book of Vision” previsto domani, lunedì 22 novembre, viene sostituito da un titolo della rassegna Il Cinema Ritrovato, MULHOLLAND DRIVE di David Lynch – Versione restaurata in 4K – che rimane in cartellone anche il 23 e 24 novembre sempre alle ore 21:00

Eletto come miglior film del 21° secolo in un sondaggio della BBC, “Mulholland Drive” è entrato nella classifica di “Sight & Sound” dei migliori 100 film della storia del cinema (unico titolo degli anni Duemila insieme a In the Mood for Love). Il film di David Lynch compie vent’anni e per l’occasione torna al cinema in una nuova edizione 4K, per farci immergere ancora (o per la prima volta) nell’irresistibile immaginario di un film letteralmente infinito, nel mistero di una dimensione enigmatica dove i ruoli si invertono, ogni ordine logico è fallace, la realtà vacilla.

lunedì del cinema

Classificato come thriller psicologico “Mulholland Drive” ha una trama difficile da riassumere perchè le scene sottendono spesso a significati altri rispetto a quanto mostrano le immagini, comunque: una donna dai capelli scuri è l’unica sopravvissuta di un incidente automobilistico su Mulholland Drive, la celebre strada in cima alle colline di Hollywood, occorso mentre stava per essere uccisa dai suoi accompagnatori a bordo di una limousine. Dopo essersi allontanata dal luogo dell’incidente, ferita e in stato di shock, e aver disceso la collina che porta a Los Angeles, si nasconde terrorizzata nel giardino di una villa e cade in un sonno profondo; al risveglio si introduce di soppiatto in un appartamento. Più tardi quella mattina, un’aspirante attrice arrivata dal Canada in cerca di gloria, di nome Betty Elms, arriva nell’appartamento, normalmente occupato dalla zia Ruth. Betty è sorpresa nel trovare la donna, che soffre di amnesia e dice di chiamarsi Rita dopo aver visto in bagno un poster del film Gilda con Rita Hayworth. Quando capisce che Rita non ha nulla a che fare con la zia, Betty decide di aiutare la donna a ritrovare memoria e identità. Mentre le sta chiedendo notizie, Betty guarda nella borsetta di Rita e vi trova una grande quantità di denaro e un’insolita chiave blu.

In un ristorante chiamato Winkie’s, un uomo racconta a un amico un incubo nel quale vedeva dietro a quello stesso ristorante un uomo spaventoso. Quando i due si recano nel retro del ristorante l’uomo appare realmente, provocando un infarto all’uomo che aveva avuto l’incubo. In un altro quadro, il regista Adam Kesher è ricattato da una coppia di mafiosi, che gli impongono di assegnare il ruolo principale del suo film a un’attrice sconosciuta di nome Camilla Rhodes. Adam resiste, ma dopo aver scoperto che la moglie lo tradisce, ed essere stato da lei buttato fuori di casa, scopre anche che la banca gli ha chiuso il conto ed è al verde. Si rifugia allora in uno squallido hotel, per poi incontrare un misterioso figuro chiamato “il Cowboy”, che lo spinge per il suo bene ad assumere Camilla Rhodes. Nel frattempo un sicario pasticcione tenta di rubare un libro pieno di numeri di telefono e uccide tre persone.

Mentre cercano di saperne di più sull’incidente di Rita, quest’ultima e Betty si recano da Winkie’s, dove sono servite da una cameriera di nome Diane, che fa ricordare a Rita il nome “Diane Selwyn”. Le due trovano Diane Selwyn nella rubrica e la chiamano, ma lei non risponde. Nel corso dei loro tentativi di ritrovare la memoria, Betty e Rita si recano all’appartamento di Diane Selwyn, e scoprono sul letto il cadavere putrefatto di una donna. La notte successiva le due donne diventano amanti. Rita prega Betty di accompagnarla al teatro Club Silencio, dove il presentatore spiega in diverse lingue che tutto è un’illusione. Qui Rebekah Del Rio si esibisce nel brano di Roy Orbison Crying, e durante l’esibizione cade a terra svenuta (rivelando così che stava cantando in playback).

Mentre il canto registrato prosegue, Betty trova nella sua borsetta una piccola scatola blu, che si adatta alla chiave di Rita. Aperta la scatola con la chiave, si svela la realtà degli eventi: quanto accaduto era solo frutto di un sogno di Betty, che è Diane Selwyn. Diane è innamorata in maniera ossessiva di Camilla (il vero nome di Rita), la quale preferisce il regista Adam, con cui durante una cena annuncia l’imminente matrimonio. Umiliata, disperata e in preda alla rabbia, Diane decide di assoldare il sicario pasticcione per uccidere Camilla; infine, divorata dai sensi di colpa e dal fallimento, in preda alle allucinazioni, afferra una pistola e si uccide.

 

lunedì 22 martedì 23 e mercoledì 24 novembre ore 21

Ingressi: intero €7 – ridotto €5 (under20 & over65)

Riservato ai soci ARCI

Prevendita online consigliata 

Info: arcixanadu@spaziogloria.com

Attenzione: per poter assistere agli spettacoli sarà necessario essere muniti di Green Pass.

Più informazioni su