Quantcast

Cantù, ubriaco insulta e minaccia gli agenti della polizia locale: fermato a fatica e denunciato

Episodio movimentato in via Milano: protagonista un 35enne residente nel comasco in stato di alterazione alcolica.

Movimentato episodio ieri pomeriggio in via Milano a Cantù per la presenza di un uomo in stato di alterazione alcolica. Il soggetto rifiutava di essere sottoposto a cure, nonostante l’intervento sul posto del soccorso sanitario. L’uomo, un trentacinquenne originario della provincia di Cosenza e residente nel comasco, ha rifiutato di fornire le proprie generalità rivolgendo gravi minacce agli operanti ed afferrando per il braccio un agente.

Considerata l’aggressività del soggetto, sono intervenute in supporto due autoradio della polizia locale, che hanno accompagnato l’uomo al comando per identificarlo. Quest’ultimo, dimenandosi insistentemente durante i dovuti controlli, ha continuato a minacciare gravemente gli agenti, mostrando un costante atteggiamento intimidatorio e di sopraffazione e prospettando possibili ritorsioni violente, compreso il ricorso all’uso delle armi.

Avvertito il Sostituto Procuratore della Repubblica di turno, il soggetto è stato deunciato all’Autorità Giudiziaria per violenza e minaccia a pubblico ufficiale (art. 336 CP), resistenza a pubblico ufficiale (art. 337 CP) e rifiuto di fornire le proprie generalità (art. 651 CP). Gli agenti gli hanno contestato anche la manifesta ubriachezza (art. 688 CP) e la relativa violazione prevista dal vigente regolamento di polizia urbana.

(Fonte: COMANDO POLIZIA LOCALE di  Cantù – Capiago Intimiano – Cucciago)