Quantcast

Al Foce di Lugano un concerto tira l’altro foto

Non si può certo dire che Lugano sia una città sorda alla musica. Quasi ogni sera c’è un concerto, piccolo o grande, classico o moderno, l’appuntamento musicale non manca. Lo Studio Foce è uno dei luoghi della musica luganese, piccolo, ma ben strutturato è in grado di restituire l’atmosfera da club con i musicisti ad un passo dal pubblico. Sono tre gli appuntamenti in programma nei prossimi giorni: sabato per “Raclette”  la rassegna di buona musica selezionata dal Foce, apre il week end MATTAK, il rapper originario di Comano, che nell’estate 2021 ha pubblicato il suo primo album “Riproduzione vietata”.  Lunedì 15 altra rassegna, “Tra jazz e nuove musiche” organizzata dalla RSI Rete Due. Sarà il chitarrista JULIAN LAGE protagonista del concerto con il suo trio. Infine, sabato 20 novembre, un originale libro concerto per Agorateca Incontri, Topazio Perlini e Alessandro Fiori presentano METTICI LA MUSICA! “I Camillas, che storia”

Lo Studio Foce è in via Foce 1 a Lugano. Le prevendite sono esclusivamente online: biglietteria.ch. C’è la possibilità di acquistare i biglietti anche in cassa serale fino ad esaurimento posti.
Apertura porte: 30 minuti prima del concerto. A partire da 16 anni, per assistere ai concerti è necessario presentare il certificato Covid.

raclette foce

Sabato lo Studio Foce accoglie Mattak, al secolo Mattia Falcone, il rapper ticinese noto dal 2013 quando con Funky Nano fondò Poche Spanne. Nel 2014, vince il contest della label italiana Machete “Join the crew”. Viene così inserito nel Machete Mixtape 3 permettendogli di farsi conoscere in Italia. Vince nel 2015 il contest di freestyle rap ticinese “Back to the skillz”. Nel 2016, insieme al rapper Serpe ed ai due produttori Caveman e eS Production, forma il gruppo Kobr’Akai e pubblica l’album “Ultimo viene il corvo”. In questi anni ha collaborato con varie figure dell’hip hop italiano fra cui: Inoki, Kiave, Machete crew, E-Green, Terron Fabio (Sud Sound System), Dj Fastcut, Lord Madness e Il Turco.

L’estate scorsa è uscito il primo album firmato Mattak dal titolo“Riproduzione vietata”. Il disco si compone di quattordici tracce e concentra dentro di sé le mille sfaccettature che compongono l’anima artistica di Mattak. Da Funky Nano a Murubutu, passando per Limon Willis, Marteena e ZZ, il giovane MC ha portato con sé ospiti d’eccezione che accompagnano le sue parole nel miglior modo possibile.”Riproduzione Vietata” è lo sfogo di chi non si è sentito mai capito e ha trovato conforto nelle parole e, più nello specifico, in una cultura che sa dare valore a chi trova la catarsi nelle barre. Mattak è al suo primo concerto al Foce. instagram.com/mmattak

MATTAK
“Riproduzione vietata”
Sabato 13 novembre, ore 21:30

raclette foce

Julian Lage è considerato uno dei migliori chitarristi della sua generazione e acclamato dalla critica quale ingegnoso maestro di improvvisazione. Per più di dieci anni Julian Lage ha percorso le molteplici tradizioni della musica americana, coltivando una tecnica impeccabile, un estro creativo di libera associazione di idee e uno spirito avventuroso pronto a esplorare infinite possibilità. A soli 31 anni, il musicista californiano di base a New York, può vantare una ricca esperienza da solista, oltre a collaborazioni con icone come Gary Burton, John Zorn, Nels Cline, Chris Eldridge, Fred Hersch. “Love Hurts” è il terzo LP prodotto dalla casa discografica Mack Avenue insieme a un trio: è la prima collaborazione con il bassista Jorge Roeder e il batterista Dave King (The Bad Plus). In questo lavoro Julian Lage, nominato ai premi Grammy, fa una personale panoramica sul catalogo di canzoni americane, interpretando brani di artisti audaci e originali, da Roy Orbison a Ornette Coleman, da Jimmy Giuffre a Peter Ivers. Julian Lage, insieme alla sezione ritmica, si muove nell’universo sonoro della produzione precedente, costruendo fraseggi e amalgamando jazz fusion, improvvisazione, brani standard, pezzi rock ‘n’ roll allo stadio embrionale, grazie a una precisione virtuosistica unita a una visione musicale sempre limpida. Oltre a Julian Lage alla chitarra, sul palco suoneranno Greg Cohen al basso e Kenny Wollesen alla batteria. julianlage.com

JULIAN LAGE TRIO
Tra jazz e nuove musiche – RSI Rete Due
Lunedì 15 novembre, ore 21:00

raclette foce

Sabato 20 novembre uno spettacolo che oscilla tra musica e libri al Foce. Fondamentalmente uno spettacolo che è una tessitura attorno al nulla;  canzoni e parole che circondano il vuoto, con tutte le sue potenzialità di gioia e dolore, spigoli e piume, slanci e sprofondi. Partendo dalle loro esperienze di scrittura narrativa e musicale e dal libro “I Camillas, che storia”, Alessandro Fiori e Topazio Perlini presentano il loro percorso espressivo, trascinando il pubblico in un miscuglio di emozioni e pensieri.

“I Camillas, che storia” è  il libro di Vittorio Ondedei (aka Ruben Camillas) che ripercorre la storia del gruppo marchigiano con il fanciullesco surrealismo che li ha sempre contraddistinti  e che li ha fatti amare tanto nei club indie tutto il paese quanto dal grande pubblico di Italia’s Got Talent. Il libro è uscito un anno dopo la pesante perdita del co-fondatore Mirko “Zagor Camillas” Bertuccioli, morto a causa del Covid a soli 46 anni.

METTICI LA MUSICA!
Agorateca Incontri
Presentazione-concerto del libro “I Camillas, che storia” di Ondedei Vittorio (People Ed. 2021)
con Topazio Perlini e Alessandro Fiori
Sabato 20 novembre, ore 21:30