Quantcast

Cervo morto dopo scontro con auto: carcassa sparita. Il Comune:”Non mangiate la carne”

Dizzasco, grande mobilitazione. IL sindaco Riva affigge l'avviso all'albo pretorio. LO rilanciamo anche noi

Una vicenda che sta assumendo i contorni di un allarme con tanto di avviso affisso all’albo pretorio del comune di Dizzasco, il primo comune salendo da Argegno verso la Valle d’Intelvi. Ieri mattina all’alba la vettura di un operaio, diretto al lavoro, ha urtato un grosso cervo in strada ferendolo in modo grave. Tanto che poco dopo il veterinario di Ats Insubria, intervenuto sul posto, ha deciso di praticare una iniezione all’animale per fare cessare le sofferenze. E poco dopo è morto.

 

L’allarme nasce dal fatto che qualche ora dopo, nel punto dove l’animale aveva avuto l’impatto con l’auto, la carcassa del cervo – in attesa della rimozione da parte delle autorità provinciali competenti – è sparita. Il sospetto è che qualcuno, vedendo l’animale morto, lo ha portato via. Ma ora arriva l’allarme di Comune, Ats ed Amministrazione provinciale: la carne contiene veleno iniettato con la siringa dal veterinario. E da qui il pressante invito a non consumare la carne se qualcuno – come si pensa – lo ha rimosso dai lati della strada magari approfittando del poco traffico e del buio.

 

Il sindaco di Dizzasco Aldo Riva ci ha contattato in queste ore chiedendo di rilanciare l’appello dell’amministrazione comunale. Lo facciamo con piacere invitando chiunque possa avere preso la carcassa dell’animale a non consumare la sua carne.