Quantcast

Assalto degli Skinheads: gli indagati chiedono il rito abbreviato, presidio fuori dal Tribunale foto

Manifestanti all'esterno mentre all'interno il dibattimento finalmente al via. 12 si costituiscono parti civili.

Più informazioni su

Mentre all’esterno si svolgeva un presidio di varie associazioni contro odio e razzismo, all’interno del Tribunale di Como oggi ha preso finalmente il via il processo ai tredici skinhead accusati dell’irruzione alla riunione di Como senza frontiere nel novembre del 2017. Un gruppo di esponenti del Veneto Fronte Skinheads, provenienti da diverse zone della Lombardia e anche da altre regioni, aveva costretto i volontari ad ascoltare la lettura di un comunicato contro le attività di assistenza dei migranti. L’accusa è di violenza privata aggravata in concorso. Finora il dibattimento era sempre stato rinviato per vari motivi. Oggi la partenza vera e propria a quasi 4 anni dai fatti.

 

Nell’udienza di oggi, il giudice ha accolto la domanda di costituzione di parte civile da parte di 12 dei presenti a quell’episodio. Si è riservato di decidere sulla stessa richiesta fatta da associazioni e partiti. Non solo: dovrà inoltre decidere sulla richiesta di processo con rito abbreviato condizionato presentata dagli indagati.

 

 

 

Più informazioni su