Quantcast

Un lunedì con lo sciopero dei servizi ambientali: rischio disservizi per il ritiro dei sacchi foto

La nota del comune di Como:"Ecco quali servizi sono garantiti". L'assessore Annoni:"Confido, in caso di problemi, nello spirito civile e nella responsabilità di tutti"

Giornata di sciopero nazionale del settore dei servizi ambientali domani ed anche a Como sono possibili disagi e disservizi della raccolta rifiuti e della pulizia delle strade. L’agitazione riguarda gli addetti privati e pubblici per rivendicare il rinnovo di un contratto scaduto da oltre due anni. Un’astensione dal lavoro che riguarderà tutti i turni di lavoro.

 

Cosa succederà a Como ?  Il Comune ha avvisato la cittadinanza che Aprica – la società che si occupa della raccolta rifiuti in città – ha confermato che verranno garantite solo le prestazioni di raccolta e trasporto dei rifiuti pericolosi, rifiuti urbani pertinenti a utenze scolastiche, mense pubbliche e private di enti assistenziali, ospedali, ospizi, centri di accoglienza, orfanotrofi, stazioni ferroviarie, marittime, aeroportuali, caserme e carceri. Restano garantiti inoltre i servizi che riguardano la pulizia dei mercati, delle aree di sosta attrezzate, delle aree di grande interesse turistico museale in misura non superiore al 20% delle aree dei centri storici così come individuate dai piani regolatori dei comuni.

 

Ma il rischio di vedere i sacchi lasciati in strada è concreto, un pò come avvenuto già settimana scorsa. L’assessore all’ambiente Paolo Annoni spiega e ribadisce:”Posso dire purtoppo la scorsa settimana alcuni utenti hanno subito disagi a causa del mancato ritiro. Il Conune è dovuto intervenire anche formalmente. Aprica ha recuperato nel giro di alcune ore, si è scusata mi ha contattato direttamente anche l’amministratore delegato Agazzi. Ma in questo caso però la situazione è diversa siamo difronte a uno sciopero nazionale e il diritto allo sciopero non di tocca è giusto dare comunicazione preventiva trattandosi di un servizio importante. Prego anche i cittadini di prestare attenzione nel caso di verificasse un ritardo e confido nello spirito civile e nella responsabilità di tutti”.

 

Ovviamente il rischio di disagi riguarda anche altri comuni del territorio che vedono, al lunedì, questo tipo di servizio.