Quantcast

Festival del Legno di Cantù, il BOOM della nona edizione

Presentato oggi il programma di "BOOM Esplode la Voglia di Fare", la nona edizione del Festival del legno, che si terrà dal 12 al 21 novembre

Torna la manifestazione dedicata al settore del legno arredo canturino: dal 12 al 21 novembre eventi, mostre, talk e laboratori animeranno Cantù per la nona edizione del FESTIVAL DEL LEGNO 2021- BOOM Esplode la Voglia di Fare, con la volontà di ampliare i progetti di promozione dello shopping cittadino e del sistema economico produttivo.

Guidata da questo obiettivo, l’edizione 2021 del Festival del Legno si preannuncia
come parte integrante e fiore all’occhiello del progetto DUC DISTRETTO URBANO DEL COMMERCIO – Promozione e Sviluppo percorso shopping – Città di Cantù con il quale il Comune di Cantù, in accordo e in collaborazione con le Associazioni di categoria, partecipa al bando Distretti del Commercio per la ricostruzione economica territoriale urbana di Regione Lombardia.

Festival del Legno Cantù 2021

Lo scopo perseguito si conferma quello di rafforzare l’idea di appartenenza al territorio, l’orgoglio del proprio saper fare, dando rilievo alle tematiche che, fin dall’inizio, sono state il filo conduttore: design, cultura, tradizione e innovazione. Filo conduttore sarà, ancora una volta, l’importanza del ruolo giocato dalla collaborazione: lavorare insieme per offrire a Cantù una visibilità rinnovata nei mercati del mondo.

Proprio per tale ragione, il FESTIVAL DEL LEGNO 2021 non ha voluto rinunciare agli eventi “in presenza”, garantendo, tuttavia, la possibilità di fruizione anche online, attraverso le ormai consolidate dirette streaming.
Una nuova veste ha travolto un po’ tutti i format, anche quelli più tradizionali. Botteghe Aperte si spoglia del suo tradizionale Tour per diventare mêtre d’eventi: nascono nel 2021 le Botteghe Aperte Letterarie, le Botteghe Aperte in Art e le Botteghe Aperte al Gioco!

Festival del Legno Cantù 2021

Anche Shopping & Design si rinnova. Non mancherà il tradizionale abbinamento vetrine – aziende, che trasforma i negozi canturini in luoghi d’esposizione: allestiti a tema, continuano ad accompagnare i visitatori in una piacevole passeggiata all’insegna del design. Tuttavia, si è abbracciato anche il concetto di Mostra Diffusa. Ci saranno degli attesi ritorni, come la Testa di Medusa del Caravaggio e la Venere del Botticelli realizzate con pialliciato da Elvio Lissi, e importanti novità, come la personale della pittrice Valentina Bielli o la capsule One Hundred Years in Frame della fotografa Addabbo e dell’architetto Cassiano. Presenti, inoltre, le opere realizzate con tecniche tradizionali dagli studenti del Liceo Melotti. Infine, si strizzerà un po’ l’occhio al mondo del marketing con Wake Up”.

Le mostre, quest’anno, vantano grandi nomi del panorama dell’arte, dell’architettura e del design. Si parte con l’inaugurazione: Dalì incontra Dante presso la ex Chiesa di Sant’Ambrogio. La mostra ripercorre 100 xilografie realizzate dall’artista spagnolo per i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. Preludio ed Epilogo, l’indagine sul sodalizio Asnago – Vender curata dall’Ordine degli Architetti di Como sarà esposta in Villa Calvi, gli approfondimenti sull’architetto Carlo De Carli saranno curati da La Permanente Mobili, Liceo Melotti e Associazione Charturium, mentre saranno aperte la Collezione Bruno Munari e il Museo Storico Scuola d’Arte. Degni di nota anche gli eventi, tra cui il Premio Mulier Clara Galotta per la creatività, l’intraprendenza e la resilienza femminile e i convegni, tra cui Esplode la Voglia di Fare, Esperienze a Confronto che vanta la partecipazione di Umberto Asnago, Filippo Berto e Massimo Moscatelli.
Novità dell’edizione è l’installazione che ben presto spunterà in Piazza Garibaldi. Un cubo “social”, intitolato Il Fare Siamo Noi di 4 per 2,5 metri sul quale verranno proiettati gli eventi del Festival ed immagini di repertorio.

Festival del Legno Cantù 2021

Spazio anche ai piccoli protagonisti del Festival, che con Botteghe Aperte al Gioco! potranno partecipare a workshop organizzati direttamente dalle aziende. Non mancheranno, inoltre, numerosi laboratori dedicati agli “artigiani del domani”, per far entrare in contatto i più piccini con il legno e dare libero sfogo alla fantasia. Presenti, infine, anche mostre diffuse nei negozi per bambini e in Villa Calvi.

L’intero programma si trova sul sito del Festival del Legno