Quantcast

Como, il Comune premia gli studenti migliori: una dote per le eccellenze tra i banchi foto

Ancora possibilità di segnalare ragazzi meritevoli: ecco come fare. Il sindaco Landriscina:"Sono contento di questa iniziativa che il Consiglio comunale ha portato avanti compatto".

La Giunta comunale di Como, su proposta dell’assessorato alle Politiche educative e giovanili, ha stabilito di assegnare per la prima volta i premi al merito agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie, che si sono distinti con votazioni eccellenti nell’anno scolastico 2020-2021, per riconoscere la loro perseveranza, responsabilità e tenacia. Alla presentazione di oggi hanno partecipato il sindaco Mario Landriscina, l’assessore alle Politiche educative Alessandra Bonduri, il consigliere comunale Luca Biondi. La scelta dell’amministrazione è stata condivisa (video allegato dell’assessore Bonduri) datutto il consiglio comunale all’unanimità

èresentazione iniziativa dote merito per studenti comune como sindaco bonduri biondi
èresentazione iniziativa dote merito per studenti comune como sindaco bonduri biondi

L’ASSEGNAZIONE DEI PREMI: COME AVVIENE

I premi al merito sono assegnati agli studenti residenti a Como che hanno completato il ciclo di studi con la massima votazione: 10/10 all’esame di licenza media, 100/100 all’esame di maturità. Saranno accreditati 250 euro agli studenti delle scuole medie e 500 euro agli studenti delle superiori, direttamente sul conto indicato nella domanda. La domanda di assegnazione del contributo deve essere presentata utilizzando l’apposito modulo e presentata entro il 15 novembre 2021, con allegati un documento d’identità, l’attestazione dell’istituto scolastico indicante la votazione finale conseguita. Per i minorenni la domanda deve essere sottoscritta da un genitore o tutore legalmente riconosciuto. Ad oggi, da quanto si è appreso, sono già 30 le segnalazioni per le scuole medie e 14 per le superiori. La scadenza è la metà di novembre come detto.

«All’inizio mi sono chiesto se questo premio al merito fosse o meno una priorità rispetto ad altri bisogni della città – ha dichiarato il sindaco Mario Landriscina – Oggi sono contento di questa iniziativa, sono contento che il Consiglio comunale l’abbia portata avanti, e sono molto contento che alla fine, sulla bilancia costo/beneficio, sia emerso che questa scelta porta un beneficio. Considero l’iniziativa un investimento finalizzato a incentivare il percorso scolastico, che tanto ha sofferto nell’ultimo anno e mezzo, e una modalità di incentivare una competizione sana all’interno del mondo della scuola. Rincorrere esempi positivi, che siano nella scuola, nello sport, nella politica, è una dinamica trasversale che si basa sulla convinzione di potersi migliorare».

«La straordinarietà del momento che abbiamo vissuto durante la pandemia – commenta Alessandra Bonduri – ha portato questi ragazzi a fare ancora più fatica a conseguire questo risultato, e ci sono riusciti anche grazie a una rete che comprende le famiglie, gli insegnati e tutto il mondo della scuola. È un premio al merito del singolo ma anche un riconoscimento al contesto sociale. Un Premio dalla città per la città e le sue eccellenze”. “L’iniziativa si fonda sul valore della meritocrazia – commenta Luca Biondi – che deve essere un caposaldo della nostra società. A un giovane che eccelle è giusto venga riconosciuto il valore del lavoro svolto, e non solo dalla sua famiglia o dagli amici, ma dall’intera comunità».

 

Per informazioni è possibile rivolgersi al settore Politiche Educative del Comune di Como allo 031.252638 o scrivendo a dotemerito@comune.como.it, o consultare la pagina dedicata sul sito del Comune: https://www.comune.como.it/it/servizi/agevolazioni-e-contributi/giovani-e-studenti/bando-assegnazione-premi-al-merito/