Quantcast

Verso la proroga dello stato di emergenza per il Covid: da dicembre al 31 marzo foto

Il MInistro Speranza lascia aperta l'ipotesi, il Sottosegretario Sileri:"Ragionevole pensare a questo".

Proroga dello stato di emergenza al 31 marzo 2022, l’ipotesi è sul tavolo del Governo. Che possa essere un’opzione non così remota lo hanno fatto capire diversi esponenti del governo, a partire dal ministro della Salute Roberto Speranza. “Come governo abbiamo sempre deciso di fare questo tipo di scelte immediatamente prima della scadenza, 60 giorni sono un periodo troppo lungo per dire cosa faremo – ha detto Speranza – Ci baseremo sull’evidenza scientifica: se sarà necessario avere ancora l’impianto legislativo e d’intervento dello stato d’emergenza lo decideremo nei giorni immediatamente precedenti alla scadenza non avremo alcun timore a prorogarlo come è stato fatto in altri momenti“.

 

A definire “ragionevole” la proroga di 3 mesi è stato il sottosegretario alla Salute Pier Paolo Sileri: “Dobbiamo procedere con le terze dosi. Una volta raggiunto il 90% delle persone vaccinate conteniamo l’avanzata del virus ma dobbiamo completare l’opera, cercando bene le varianti. Abbiamo già fatto tanta strada negli ultimi 6 mesi. Io credo che 3 mesi” di proroga di stato d’emergenza “siano ragionevoli. Parlo da medico, non da politico“. “Sul prolungamento dello stato d’emergenza valuteremo, bisogna arrivare al 90% di vaccinati, soglia che ci permetterebbe di affrontare meglio la pandemia. Dobbiamo dare delle prospettive: se arriviamo al 90% si può pensare a rimodulare il Green pass”, ha precisato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ospite di ’24Mattino’ su Radio24.

 

Favorevoli e contrari, come ovvio, gli esperti. Virologi e consulenti scientifici in queste ore stanno facendo le loro valutazioni alla luce delle considerazioni di Governo e Ministero anche se certezze non ce ne sono. Al momento, dunque, lo stato di emergenza resta fissato al 31 dicembre in attesa di capire – da qui a fine anno – se occorreranno altri tre mesi in più per decretare conclusa la fase acuta della Pandemia in Italia.

 

I DATI ODIERNI DEI CONTAGI

 

In Lombardia a fonte di 42.619 tamponi effettuati, sono 213 i nuovi positivi (0,4% tasso di positività). Da noi i nuovi contagi sono 9, 7 a Lecco e 15 a Varese. Dati in linea con i giorni scorsi.

Dati generali 2 novembre

I dati di oggi:

  • i tamponi effettuati: 42.619, totale complessivo: 17.517.039
  • i nuovi casi positivi: 213
  • in terapia intensiva: 48 (+3)
  • i ricoverati non in terapia intensiva: 293 (+5)
  • i decessi, totale complessivo: 34.162 (0)

I nuovi casi per provincia:

  • Milano: 75 di cui 30 a Milano città;
  • Bergamo: 6;
  • Brescia: 29;
  • Como: 9;
  • Cremona: 11;
  • Lecco: 7;
  • Lodi: 9;
  • Mantova: 7;
  • Monza e Brianza: 19;
  • Pavia: 14;
  • Sondrio: 2;
  • Varese: 15.