Quantcast

Como, clandestino cerca di entrare in casa con una spranga: bloccato dalla Polizia locale foto

Era colpito da provvedimento di espulsione. Intercettato da un agente in via Borsieri, ha reagito in modo scomposto: ha patteggiato 8 mesi.

Ha cercato di entrare in un appartamento di via Borsieri a Como forzando la porta d’ingresso con una spranga. A notare il suo maldestro tentativo è stato un agente dell’Unità Operativa della Polizia locale. Richiamata l’attenzione del soggetto in un primo vano tentativo di farlo desistere, questi ha tentato di continuare nell’operazione con la spranga. Sul posto sono arrivate due pattuglie allertate dalla centrale operativa a cui il primo operatore intervenuto aveva richiesto ausilio.

 

Alla vista degli agenti il ragazzo ha reagito in maniera aggressiva, ha lasciato la spranga a terra e ha tentato la fuga in direzione di viale Varese, ma trovando traiettoria bloccata dagli agenti li ha spintonati e ha provato a scappare in direzione di viale Innocenzo, dove però è stato fermato, tratto in arresto e portato al Comando della Polizia Locale. Nel frattempo è stato contattato anche il proprietario dell’abitazione in cui è stato tentato il furto con scasso, per sporgere la querela di rito. Essendo privo di documento di riconoscimento e titolo di soggiorno, al fine di rendere certa l’identificazione, il ragazzo (I.K., ventenne di origine extracomunitaria e senza fissa dimora), è stato accompagnato in Questura: dai controlli è risultato irregolare sul territorio nazionale e già destinatario di un provvedimento di espulsione.
Processato stamane con rito direttissimo per i reati violazione di domicilio, resistenza a pubblico ufficiale e porto di arma impropria senza giustificato motivo, ha patteggiato 8 mesi, con pena sospesa e obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

 

«Il Corpo di Polizia Locale denota davvero grande capacità e affidabilità – commenta l’assessore alla Polizia Locale Elena Negretti – esercita un’azione di presidio del territorio continua, attenta, efficace, se pensiamo che  è stata arrestata la sesta persona dall’inizio dell’anno. A tutti i nostri agenti rinnovo il mio sincero ringraziamento».