Quantcast

“Grandangolo”, in Brianza la rassegna sul paesaggio con ospiti di fama nazionale e internazionale

Più informazioni su

Dopo i primi tre incontri a Barzago, Sirtori e Robbiate, riprenderà il 9 novembre a Paderno d’Adda “Grandangolo”, un cartellone di appuntamenti del progetto “Album – Brianza paesaggio aperto” dedicati al paesaggio curato dal giornalista e consulente storico Daniele Frisco con lo scopo di aprire lo sguardo e approfondire il tema del paesaggio attraverso un approccio multidisciplinare, grazie alla partecipazione di personalità di primo piano del mondo della Cultura. Fino al 10 dicembre diversi eventi toccheranno i comuni della Brianza lecchese e potranno contare sulla presenza di importanti studiosi, dallo scrittore e saggista Marco Belpoliti all’architetto di fama internazionale Vittorio Magnago Lampugnani allo spettacolo conclusivo che vedrà l’attore Pino Petruzzelli portare in scena un adattamento di “Walden ovvero Vita nei boschi” di Henry David Thoreau.

«“Album – Brianza paesaggio aperto” è un progetto inaugurato lo scorso maggio – spiega Laura Caspani, presidente di BRIG cultura e territorioe realizzato dall’associazione BRIG con il coordinamento istituzionale del Consorzio Brianteo Villa Greppi e il sostegno di Lario Reti Holding e Fondazione Comunitaria del Lecchese nell’ambito di “Fondo per lo sviluppo del territorio provinciale lecchese”. Si tratta di un’iniziativa che vuole valorizzare il paesaggio e le bellezze storico-artistiche della Brianza lecchese partendo dalla figura di Alessandro Greppi e che, in occasione di questa rassegna, vuole aprirsi a una riflessione più ampia sul tema del paesaggio».

«Con il titolo “Grandangolo” – interviene, infatti, il curatore della rassegna Daniele Frisco – vogliamo sia evocare la fotografia e l’idea di osservare e fissare uno scorcio del paesaggio come faceva il nobile artista ottocentesco Alessandro Greppi con i suoi taccuini e disegni, sia suggerire l’intento della nostra rassegna: aprire lo sguardo proponendo una riflessione più ampia possibile sul tema stesso. Per questa prima edizione proponiamo, quindi, un’introduzione al concetto di paesaggio: un cartellone di incontri con architetti, urbanisti, letterati, filosofi e scienziati per imparare a guardare il territorio e l’ambiente da diversi punti di vista, dalla definizione di paesaggio alla sua rappresentazione nell’arte e nella storia, dalle prospettive future dell’abitare all’emergenza climatica, fino ad arrivare – conclude  Frisco – alla riflessione sui paesaggi urbani e su quelli naturali».

 

Prossimi appuntamenti

Il 9 novembre (alle 21) a Cascina Maria di Paderno d’Adda ospite uno fra i massimi esperti di storia della città. Si tratta dell’architetto Vittorio Magnago Lampugnani, che parlerà del suo libro “FRAMMENTI URBANI – I PICCOLI OGGETTI CHE RACCONTANO LE CITTÀ”. Un volume, questo, che conduce in giro per l’Europa alla ricerca di oggetti universali – come panchine, tombini, semafori o fontanelle – che assumono, a livello locale, declinazioni uniche.

Il 12 novembre alle 21 si raggiunge la Mediateca comunale di Imbersago per la presentazione di “CITTÀ AUMENTATE – DIECI GESTI BARRIERA PER IL FUTURO” di Maurizio Carta, urbanista e professore all’Università di Palermo. Un volume, questo al centro della serata, in cui lo studioso illustra dieci proposte per rendere le città adatte a rispondere alle istanze del secolo e a resistere virtuosamente alla crisi dell’Antropocene.

Penultimo e attesissimo appuntamento quello fissato per sabato 20 novembre alle 17, quando la sala conferenze del Centro Paolo VI di Bevera di Barzago ospita lo scrittore,  saggista e professore di Critica letteraria e Letteratura e arti visive all’Università di Bergamo Marco Belpoliti, che per l’occasione parla di “PIANURA”, libro che è un viaggio fisico e intellettuale attraverso la Pianura Padana, tra strade, città, «paeselli» e abitanti.

Infine, per la chiusura di questa prima edizione di “Grandangolo”, uno spettacolo teatrale: va in scena venerdì 10 dicembre (alle 21) nella bellissima sala Papa Giovanni Paolo II di Cremella il monologo di e con Pino Petruzzelli “VITA NEI BOSCHI”, produzione Teatro Ipotesi di Genova. Una pièce, questa, che nasce dalla provocazione del “Walden ovvero Vita nei boschi” di Henry David Thoreau, libro che torna di grande attualità alla luce dei problemi legati all’ambiente e alla sostenibilità dei processi produttivi, all’abbandono del territorio e alla tendenza a privilegiare la città a scapito dell’entroterra. Un mix di tematiche che Petruzzelli affronterà coinvolgendo lo spettatore e promuovendo una ricerca interiore volta alla comprensione di una natura che va difesa per poterne godere.

 

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero e sono organizzati in sicurezza. L’accesso è consentito solo con green pass, in rispetto della normativa anti-covid. Sarà presente la libreria Lo Sciame di Arcore per la vendita dei libri. Prenotazioni obbligatorie scrivendo a info@albumbrianza.it entro il giorno precedente all’evento scelto. A questo link è possibile sfogliare il calendario dettagliato: https://en.calameo.com/read/00110650811374de657fe. Per maggiori informazioni e per aggiornamenti sulle attività di “Album – Brianza paesaggio aperto”: www.villagreppi.it/album, Facebook e Instagram: @albumbrianza.

 Album – Brianza paesaggio aperto coinvolge i seguenti Comuni del territorio meratese e casatese: Airuno, Imbersago, Merate, Montevecchia, Osnago, Robbiate, Paderno d’Adda; Barzago, Barzanò, Bulciago, Casatenovo, Cassago, Cremella, Missaglia, Monticello Brianza, Sirtori, Viganò.

 

 

Più informazioni su