Quantcast

Con noi in Val Sanagra alla scoperta del museo etnografico e naturalistico: che gioiello! foto

Nato per valorizzare ricchezze culturali e della natura del territorio. Merita una visita, anticipazione con noi.

Un gioiello che non tutti conoscono. “Peccato….” dicono con una punta di rammarico i gestori che si prefiggono – anche con una campagna mirata – di portare turisti e comaschi a scoprire quanto ricco e bello è il Museo naturalistico ed etnografico della Val Sanagra a Grandola ed Uniti. La zona è quella del centrio lago, la stessa che tra qualche settimana vedrà la Tremezzina chiusa con inevitabili disagi. Ma resta un “unicum” del territorio che CiaoComo – grazie alla guide di Mondo Turistico ( e Marta Miuzzo in particolare) – ha visitato in questi giorni.

visita ciaocomo museo naturalistico e etnografico della val sanagra
visita ciaocomo museo naturalistico e etnografico della val sanagra

I video descrivono bene quello che ci potete trovare: la struttura è all’interno di Villa Camozzi che è anche sede del Comune. Una visita – ingresso libero con offerta per la gestione di un patrimonio che molti invidiano all’amministrazione comunae – è davvero consigliata. Il museo è aperto solitamente all’ultima domenica del mese (dunque la prossima…) ed è stato costruito per tutelare e promuovere la ricchezza della cultura e delle tradizioni locali nonché la varietà naturalistica del territorio. Facile da visitare: su tre piani ci sono varie sezioni che occupano le diverse sale.

Con  noi e Marta una gustosa anticipazione.