Quantcast

San Teodoro, tutto pronto per la nuova Stagione Sinfonica

Sabato 23 ottobre, alle 21, prenderà il via la Stagione Sinfonica 21/22 con "Il Sesto Cielo: nel segno di Giove", dell'Orchestra Sinfonica del Lario

Sabato 23 ottobre, alle ore 21, al Teatro San Teodoro di via Corbetta 7 a Cantù, prenderà il via la Stagione Sinfonica 21|22 in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica del Lario diretta Pierangelo Gelmini, che proporrà “Il Sesto Cielo: nel segno di Giove”.

La musica ricomincia, l’orchestra torna ad accordare gli strumenti, ripercorrendo le estremità di un viaggio, guardando alla strada percorsa, ai diversi territori esplorati in vent’anni di attività, e interrogandosi sul domani, sul futuro, su luoghi solo immaginati.

La Sinfonia KV 551 in Do maggiore, “Jupiter”, è giustamente considerata uno dei più alti traguardi di creatività ed elaborazione raggiunti nella musica occidentale. Su questa vetta la produzione sinfonica di Mozart si arresta, come fosse terminato il viaggio; il compositore pone a suggello di questo capolavoro una doppia fuga, a ricordare quale sia il limite estremo, il confine delle possibilità umane.

Il titolo “Jupiter” fu assegnato alla sinfonia a posteriori, a sottolineare da un lato la monumentalità quasi sacra dell’impianto, dall’altro la giovialità che caratterizza in particolare il primo e il terzo movimento, e sotto il segno di Giove l’Orchestra Sinfonica del Lario ha pensato di aprire la sua nuova stagione musicale, con un omaggio al Sesto Cielo del Paradiso di Dante e un auspicio per l’anno che si apre: il pianeta Giove è infatti associato al principio della crescita, e della prosperità, ma anche al senso personale e interiore di giustizia, alla moralità e ai suoi più alti intenti e ideali, ed è dalla testa di Giove che nasce Atena, dea della arti.

Inizio evento ore 21.

Biglietti disponibili sul sito di Teatro San Teodoro