Quantcast

Con il Gruppo FAI Giovani di Como visite ai confini della Provincia foto

16 e 17 ottobre le Giornate FAI d'Autunno. Visite organizzate dal Gruppo FAI Giovani di Como

Prima che le giornate si accorcino e le temperature si abbassino c’è ancora tempo per un week end da dedicare al territorio con uno degli appuntamenti tradizionali del Fondo Ambiente Italiano, le Giornate FAI d’Autunno che compiono dieci anni.  

L’ evento nazionale di partecipazione attiva e di raccolta pubblica di fondi è animato e promosso dai Gruppi FAI Giovani che, per sabato 16 e domenica 17 ottobre, hanno individuato itinerari tematici e aperture speciali per scoprire luoghi insoliti e straordinari in tutto il Paese.  

Anche in provincia di Como sarà un weekend per visitare luoghi situati lungo le direttrici che dal capoluogo vanno verso Sondrio, Milano, Lecco e Varese, in particolare Gravedona, Mozzate, Canzo e Olgiate Comasco. “Si tratta di un’esperienza unica alla scoperta di chiese, ville storiche, castelli e altri gioielli del territorio larianoconferma Tiziano Ramagnano, Capo Gruppo FAI Giovani Como insieme a Sara Chiaroni, ed aggiunge: “In un periodo storico che ha inevitabilmente promosso la riscoperta dell’Italia da parte degli Italiani, il Gruppo FAI Giovani di Como, con il sostegno della Delegazione FAI di Como, vuole invitare i Comaschi alla riscoperta della loro Provincia, proponendo per le Giornate FAI di Autunno 2021 aperture nei Comuni “ai confini” del territorio, fuori dai più noti itinerari turistici, pur senza abbandonare il simbolo della città: il Lago”.

La decima edizione delle Giornate FAI d’Autunno ha l’appoggio totale di Stefano Moscatelli, capo delegazione FAI di Como, che così commenta: “Dopo un lungo periodo di sofferenza, due giorni per sfidare la capacità degli italiani di stupirsi e cogliere lo splendore del territorio che ci circonda, invitando alla scoperta dei luoghi in tutta Italia, selezionati perché speciali, curiosi, originali o bellissimi. Saranno tantissimi i giovani del FAI ad accompagnare gli italiani lungo i percorsi tematici espressamente ideati per l’occasione, con l’obiettivo di trasferire il loro entusiasmo ai visitatori, nella scoperta di luoghi inediti e straordinari che caratterizzano il nostro panorama”.

 

 ECCO L’ELENCO DELLE APERTURE DELLA DELEGAZIONE FAI DI COMO 

 

ITINERARIO S. VINCENZO E S. MARIA DEL TIGLIO Via Roma, 31, 22015, Gravedona 

giornate fai d'autunno 2021

Apertura a cura di: Delegazione FAI di Como

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni 

Sabato 16 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 16.30

Partenza visite ogni 30 minuti, durata visita 45 minuti ca. Durante le Giornate FAI di Autunno, la visita interesserà inizialmente il complesso di San Vincenzo partendo dal portico che si affaccia su via Roma; si entrerà dunque nella chiesa per ammirare gli interni riccamente decorati. Si procederà con la visita dell’antica cripta, per poi recarsi all’adiacente chiesa di Santa Maria del Tiglio. La chiesa, che si affaccia sul lago, sarà mostrata esternamente; successivamente si potrà accedere alla particolare aula interna ricca di antichi lacerti precedentemente coperti da aggiunte del periodo barocco e si potrà ammirare l’antico crocifisso ligneo.

 

ITINERARIO S. MARIA DELLA SOLEDAD, Ss. GUSMEO E MATTEO e S. MARIA DELLE GRAZIE – Via Tolomeo Gallio, 4, 22015, Gravedona

giornate fai d'autunno 2021

Apertura a cura di: Delegazione FAI di Como

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni 

Sabato 16 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 16.30

Partenza visite ogni 30 minuti, durata visita 45 minuti ca. La visita avrà inizio dalla piazzetta in via Tolomeo Gallio, di fronte all’Oratorio della Madonna della Soledad, piccola chiesa privata (solitamente chiusa) che contiene opere di eccezionale valore quali la statua della Beata Vergine Maria Addolorata e il dipinto raffigurante il Cristo di Burgos, opere che legano questo piccolo edificio alla Spagna e alla Sicilia. Per questioni di sicurezza non sarà possibile accedere al piccolo Oratorio, ma verranno aperti i portoni per osservare gli interni, in modo tale da poter apprezzare il valore delle opere. La visita proseguirà attraversando il nucleo storico, oltrepassando la Via Regina e raggiungendo il grande parco di platani che circonda la chiesa dei Ss. Gusmeo e Matteo, per poi procedere con la vicina Santa Maria delle Grazie. In questa chiesa sono ancora in corso lavori di restauro. Sarà già possibile ammirare il vasto ciclo pittorico sottoposto ad un minuzioso e attento lavoro di pulizia. Durante i lavori, che riprenderanno nei prossimi mesi, si è scoperta un’opera del primo Cinquecento di cui si era a conoscenza dell’esistenza. È, quindi, l’occasione per accedere ad un luogo rimasto chiuso al pubblico per diverso tempo 

 

VILLA EX MAGNI RIZZOLIVia Alessandro Verza, 23, 22035, Canzo

giornate fai d'autunno 2021

Apertura a cura di: Gruppo FAI Giovani di Como

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni 

Domenica 17 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 17.00

Partenza visite ogni 30 minuti, durata visita 45 minuti ca. Luogo solitamente aperto solamente per eventi privati

Attualmente in uso per congressi, matrimoni o altre cerimonie private, Villa Ex Magni Rizzoli in occasione delle Giornate FAI d’Autunno 2021 sarà fruibile sia nei suoi spazi interni, sia in quelli esterni: partendo dal maestoso atrio occhieggiante allo stile gotico tardomedievale, il percorso interesserà le sale del pianterreno snodandosi dai locali da ricevimento, finemente arricchiti da motivi vegetali e orientaleggianti e con vetrate decorate, alla storica limonaia con veduta sul parco. Si giungerà poi alla sala da ballo, interamente affrescata da Silvio Bicchi con scene di guerra e vita quotidiana e illuminata dall’alto da un grande oculo di forma ovale. All’esterno l’itinerario proseguirà, invece, visitando l’anfiteatro privato costruito interamente in pietra e immerso nel verde tra pioppi e cipressi, per concludersi ad una curiosa torretta con cappella privata annessa.

 

DALLA CHIESETTA DI S. BARTOLOMEO A VILLA BORSANI SCALABRINO – Via S. Bartolomeo, 8, 22076, Mozzate 

giornate fai d'autunno 2021

Apertura a cura di: Gruppo FAI Giovani di Como

Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni

Sabato 16 ottobre: Prima visita ore 14.00 – Ultima visita ore 17.00

Domenica 17 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 16.30

Partenza visite ogni 30 minuti, durata visita 45 minuti ca. La chiesetta è solitamente chiusa in quanto proprietà privata durante le Giornate FAI di Autunno sarà possibile percorrere un “viaggio” nella storia del Comune di Mozzate, partendo dalla chiesetta di S. Bartolomeo, di proprietà privata e, quindi, raramente accessibile, fino alla Villa Borsani-Scalabrino, ancora oggi importante polo dell’attività culturale del paese. Qui saranno visitabili le sale di rappresentanza del piano terra, il primo piano (attualmente adibito a biblioteca comunale) e il parco, ricco di specie pregiate di piante di grande valore ornamentale.

 

CASTELLO DEL SEPRIO – Via Libertà, 1, 22076 Mozzate

giornate fai d'autunno 2021

Apertura a cura di: Gruppo FAI Giovani di Como Visite a cura di: Soci dell’Accademia Concertante d’Archi di Milano

Sabato 16 ottobre: Prima visita ore 14.00 – Ultima visita ore 17.00 Domenica 17 ottobre: Prima visita ore 14.00 – Ultima visita ore 17.00

Partenza visite ogni 30 minuti, durata visita 30 minuti ca. Luogo solitamente aperto solamente per lezioni e concerti dell’Accademia Concertante d’Archi di Milano che vi ha sede Nei due pomeriggi di apertura per le Giornate FAI di Autunno il Castello del Seprio, sede di rappresentanza e operativa della nota fondazione musicale Accademia Concertante d’Archi di Milano, sarà aperto per la visita degli spazi interni del piano terra. Inoltre ospiterà un’esposizione di circa quindici preziosissimi violini dal 1600 ai giorni nostri. Fra questi spiccano per valore il violino Omobono Stradivari del 1730, il violino Nicola Amati “Roi de France” del 1663 e il violino Antonio Stradivari del 1667. Grazie alla gentile disponibilità del Presidente M° Mauro Ivano Benaglia sarà possibile visitare tale mostra ed ascoltare uno dei violini esposti per l’occasione suonato in un’audizione straordinaria di qualche minuto dal giovane talento emergente M° Lorenzo Meraviglia.

 

ITINERARIO PALAZZO VOLTA + VILLA CAMILLA + SPAZIO “MEDIOEVO”Piazza A. Volta, 22077, Olgiate Comasco 

giornate fai d'autunno 2021

Apertura a cura di: Gruppo FAI Giovani di Como Visite a cura di: Apprendisti Ciceroni

Sabato 16 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 16.30 Domenica 17 ottobre: Prima visita ore 10.00 – Ultima visita ore 16.00

Partenza visite ogni 30 minuti, durata visita 45 minuti ca. Il percorso nelle Giornate FAI prevede il ritrovo in Piazza Alessandro Volta. L’itinerario inizierà dal Palazzo Volta, dove ha soggiornato il famoso scienziato e ora adibito a municipio. Qui si sosterà nel cortile e nella sala consiliare per un’introduzione alla storia del Comune. Si proseguirà verso Villa Camilla, ospitante la biblioteca comunale, visitando le sale affrescate al piano terra. La visita continuerà verso lo spazio “Medioevo”, con visita alle sale del retro-palco, al cortile e alla cappella.

 

fai beni como

BENI FAI VISITABILI DURANTE LE DUE GIORNATE: (gli orari consultabili sul sito FAI)

Oltre agli itinerari studiati dal Gruppo FAI Giovano di Como, nel fine settimana del 16 e 17 ottobre saranno apert:

Villa del Balbianello – Via Guido Monzino, 1, 22016 Tremezzo CO

Torre del Soccorso detta del Barbarossa – SS340 Ossuccio

Villa Fogazzaro Roi– Via Fogazzaro 14, Valsolda, fraz. Oria

giornate fai d'autunno 2021

INFORMAZIONI DI PARTECIPAZIONE

Prenotazione consigliata. Obbligo di indossare la mascherina Per partecipare è necessario essere in possesso di Green Pass, la cui validità sarà verificata all’ingresso

 LINK UTILI: Per prenotazioni https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/

SOCIAL: Pagine Facebook e Instagram del FAI Giovani – Como e della Delegazione FAI di Como

Chi deciderà di partecipare contribuirà ad aiutare la Fondazione, in un momento delicato come quello che stiamo vivendo, a portare avanti la sua missione e a compiere tanti altri “miracoli” di cui essere orgogliosi. Per prenotarsi e prendere parte all’iniziativa è richiesto un contributo minimo di 3 €.