Quantcast

Parrocchia Sant’Antonio di Padova a Como: arrivano tre nuovi Frati foto

Diversi incarichi, le loro parole ai fedeli. La vicinanza con il carcere del Bassone.

Si allarga la famiglia dei frati della parrocchia di Sant’Antonio di Padova a Camerlata con l’arrivo di tre nuovi confratelli. Domenica pomeriggio la Santa Messa, concelebrata da Don Marco Pessina Vicario Foraneo, per presentare a tutta la comunità Frate Egidio Monzani, Frate Zeno Carcereri e Frate Luca Carcereri.

ingresso nuovi frati parrocchia sant'antonio da padova di como albate

 

Il parroco Frate Gianmarco Arrigoni  ha dato il benvenuto ufficiale ai tre nuovi frati che assumeranno diversi incarichi:”Fra Egidio è un frate con tanta esperienza che viene da tanti servizi svolti a Roma, Assisi, Padova e Brescia, Fra Zeno, che proviene da Torino,  sarà il nuovo cappellano del carcere del Bassone ed è chiamato a svolgere un servizio delicato e importante anche per la città, mentre Fra Luca, che proviene da Milano,  sarà viceparoco. Ci auguriamo e auguro loro che possano svolgere la meglio il loro servizio”.

 

Va ricordato che dall’ottobre 2004 a Como, presso la fraternità dei francescani conventuali le­gati ai frati del Santo di Padova, è attiva la «Casa di Accoglienza Sant’Antonio», una struttura di prima accoglienza per ex-de­tenuti, per detenuti in permesso premio e per le loro famiglie. Il Convento di Como sorge non di­stante dalla casa circondariale del «Bassone». Per questo motivo i frati hanno scelto di dedicare una parte importante della loro missione all’assistenza spirituale dei detenuti.

Casa di Accoglienza Sant’Antonio, che nelle intenzioni dei frati e della Parrocchia vuole rappresentare un “ponte” tra il Car­cere e il mondo esterno, è dotata di otto camere doppie con bagno, una zona giorno, una cucina comune, una piccola lavanderia, una guardaroba con stireria, un ufficio per l’accoglienza.