Quantcast

Giro di Lombardia in centro Como, la polemica si smorza: “salvi” i sette banchi del mercato foto

La nota di Confesercenti dopo il sopralluogo con Comune, Polizia locale e Stradale. Solo i tavolini del centro città devono essere ritirati qualche ora prima del passaggio.

Rientra un pò la polemica sollevata da Confesercenti Como per la partenza – sabato mattina 9 ottobre – del Giro di Lombardia dal centro di Como con commercianti costretti a togliere sedie e tavolini dall’esterno dei loro locali per fare passare i ciclisti. In queste ore raggiunta una intesa per non spostare anche i sette banchi del mercato come annunciato in precedenza. La nota ufficiale di Confesercenti.

 

“Siamo i primi e più grandi sostenitori del Giro di Lombardia, che porta visibilità mediatica nazionale e internazionale al territorio comasco, con positive ricadute per le imprese. Il sopralluogo condotto questa mattina al mercato a Porta Torre con gli assessori del Comune di Como Elena Negretti, Marco Butti, la Polizia Stradale e con la Polizia Locale – annuncia il presidente di Confesercenti Como, Claudio Casartelli – ha permesso di scongiurare l’annunciata cancellazione di 7 banchi degli operatori del mercato che avrebbero perso la giornata lavorativa a causa del passaggio dei ciclisti sotto la Torre, a dimostrazione che la buona organizzazione delle manifestazioni porta alla realizzazione dei grandi eventi a vantaggio di tutti.

Solo i tavolini dei bar lungo le vie Plinio, Vittorio Emanuele II, Giovio e Cesare Cantù dovranno essere ritirati per qualche ora e di questo comunque ce ne dispiace. Confesercenti ringrazia il Comune di Como e la Polizia Stradale e ribadisce il sostegno ad ogni grande evento che dà lustro e visibilità al territorio e alle sue imprese non solo in ambito sportivo, ma anche culturale, artistico, musicale, economico, culinario e scientifico: ce ne vorrebbe uno a settimana, ben organizzato, a vantaggio di tutti i cittadini e delle imprese del territorio”.