Quantcast

Week end di “Ville Aperte in Brianza”. Appuntamenti anche in provincia di Como foto

Anche in una domenica di brutto tempo il primo week end della XIX edizione di “Ville Aperte in Brianza”  10mila persone hanno raccolto l’invito ad “..uscire a rivedere le stelle”, il leit motif che accompagna le visite alle storiche dimore briantee nell’anno che celebra i sette secoli dalla morte di Dante Alighieri. Alcuni siti hanno dovuto rimandare le visite causa maltempo, ma quelli rimasti aperti hanno offerto uno spettacolo di persone, bambini, voci, divertimento. Un segno che davvero si ha voglia di uscire e vivere il territorio che non smette di sorprendere per le sue bellezze ha commentato Luca Santambrogio il presidente della Provincia di Monza Brianza organizzatore della manifestazione.

La gran parte dei luoghi del circuito “Ville aperte” si trovano nella provincia organizzatrice, ma ogni anno si aggiungono ville e palazzi anche nelle limitrofe provincie di Como, Lecco, Milano e Varese. I beni messi a disposizione del pubblico nel secondo fine settimana, 25 e 26 settembre, saranno visitabili solo previa prenotazione sul sito www.villeaperte.info e secondo gli orari lì indicati.

ville aperte in brianza

Oltre alle visite guidate la manifestazione prevede una serie di eventi quest’anno dedicati a Dante e all’acqua. Tra le iniziative selezionate grazie alla Call For Artist “DanteVille”, domenica 26 settembre si terrà a Villa Bonacina, Bernareggio, DANTE’S JUKEBOX”, uno spettacolo promosso dall’Associazione Pontos Teatro e, a Palazzo Trotti, Vimercate, si terrà invece il concerto “CARO DANTE – Omaggio al Sommo Poeta nel 700° anniversario della scomparsa”, a cura dell’Associazione Culturale Amici della Musica Monza.

Sempre domenica spazio anche allo spettacolo “Il Popolo dell’Acqua” al Depuratore San Rocco di Monza. Lo spettacolo prodotto da BrianzAcque e realizzato dalla compagnia Teatri Reagenti, è una drammaturgia originale liberamente tratta dal classico di H. Ibsen “Un nemico del Popolo”.

Tanti gli itinerari proposti per questo fine settimana, come l’itinerario “Arte e Cultura nel Parco del Ticino”, che si snoda attraverso il nucleo storico della frazione Castelletto di Cuggiono, località rivierasca del Naviglio Grande, location di film di grande successo: il famosissimo “Albero degli Zoccoli” e il più recente “Cado dalle Nubi” di Checco Zalone.

E anche l’itinerario “Frammenti di Medioevo”, a cura de Musei Civici di Monza, in cui i partecipanti potranno scoprire un’insolita Monza medievale partendo dai reperti esposti nel museo e dalle opere che regalano scorci di una città ormai scomparsa, per muoversi poi nelle strade e tra i monumenti medievali del centro storico.

Visite guidate nelle ville e altri luoghi d’interesse

Tra i beni aperti invece, nella provincia di Monza e BrianzaVilla Zoja a Concorezzo, che al suo interno ospita una mostra costituita dalle fedeli riproduzioni dei mosaici presenti a Ravenna, il Parco di Villa Fiorita, a Brugherio, dove sarà possibile assistere ad una divertente narrazione teatrale con l’interazione del pubblico, per far riscoprire la ricchezza di un patrimonio naturale e culturale tutti i giorni sotto i nostri occhi. E anche Villa Longoni a Desio, che offre un percorso immersivo fatto di installazioni visive, sonore e olfattive, in cui perdersi, cercare e ritrovare quel luogo dell’anima attraverso il potente immaginario simbolico delle fiabe classiche, e, a Seveso, la Chiesa di San Pietro Martire in stile Barocchetto.

ville aperte in brianza

Spostandosi verso la provincia di Lecco, questo fine settimana, molto interessante la visita guidata del Lago di Pusiano a bordo del battello Vago Eupili. Durante il tour guidato si potrà conoscere la storia del borgo di Bosisio Parini, che ha dato i natali al poeta Giuseppe Parini e al pittore neoclassico Andrea Appiani. Il battello circumnavigherà l’Isola dei Cipressi e si potranno fotografare gli animali esotici che abitano questo piccolo angolo di paradiso.

A Galbiate sarà possibile visitare il Museo Archeologico del Barro (MAB) e il Museo Etnografico dell’Alta Brianza (MEAB) e a Bulciago, il Santuario della Madonna dei Morti dell’Avello di Bulciaghetto ed il masso avello, un luogo misterioso, in cui si intrecciano antichi riti magici e miracolose tradizioni, con le montagne prealpine a guardare.

ville aperte in brianza

Nella provincia di Como invece saranno aperte al pubblico anche le novità di questa XIX edizione, la Filanda Atelier di Salvatore Fiume a Canzo, un edificio ottocentesco nato a vocazione industriale e progressivamente trasformato in studio dallo stesso Salvatore Fiume. A Turate, invece, Palazzo Pollini e il Santuario di S. Maria in campagna.

Segnaliamo anche l’apertura a San Fermo della Battaglia di Villa Imbonati, da cui passarono scrittori ed eruditi tra cui Alessandro Manzoni che probabilmente soggiornò nella villa e nel 1805 dedicò la lirica “In morte di Carlo Imbonati” al proprietario, amico di sua madre.

Nei giorni 24,25 e 26 settembre visita guidata del Museo di Villa Bernasconi, la casa che parla, a Cernobbio. Il Museo  racconta in prima persona la sua storia e quella di chi vi ha abitato, a partire da Davide Bernasconi, fondatore delle omonime Tessiture Seriche attive fino al 1971. In questa casa si vive un’esperienza culturale moderna, multisensoriale, innovativa e interattiva, tra documenti storici e contenuti multimediali che ti faranno curiosare nei cassetti o interagire con installazioni parlanti.

A Villa Majnoni D’Intignano (via Castelnuovo, 2 Erba), domenica 26 settembre sarà possibile rivivere un momento di meditazione orientale sulla terrazza belvedere, in linea con la passione per l’esotismo dell’800. Si consiglia abbigliamento comodo e di portare con sé tappetino per yoga.

Ad Inverigo sabato 25 settembre passeggiata lungo i viali storici  alla scoperta del famoso “paese delle ville di delizia”, tra sorprendenti dimore storiche, antichi luoghi di culto e meravigliosi scorci di Brianza. I partecipanti verranno coinvolti in un vero e proprio percorso nella storia: dalla visita del cinquecentesco santuario di Santa Maria della Noce, al seicentesco borgo attorno alla coeva villa Crivelli; dagli antichi “viali dei cipressi”, alla settecentesca “scalinata del Gigante”, fino all’ottocentesca Villa Cagnola “La Rotonda”. Lungo l’itinerario sarà possibile scoprire la vita quotidiana di nobili in villeggiatura, la storia del territorio e delle sue dimore storiche. Si consigliano scarpe ed abbigliamento comodo, il percorso è strutturato su più livelli, tra salite e discese e si snoda per circa 4,5 km.

Altri beni visitabili sono Villa Adelaide ad Alserio, il parco di Villa Carcano ad Anzano del Parco, Villa Padulli e il suo parco monumentale a Cabiate, Villa Passalacqua Trotti a Mariano Comense, Villa Haechler  a Ponte Lambro, Palazzo Carpani Beauharnais di Pusiano, a Turate il Santuario di Santa Maria in Campagna e Palazzo Pollini

ville aperte in brianza

Per la provincia di Milano merita una visita Casa Bassi a Trezzo, nobile dimora storica risalente al XVI secolo che da più di quattro secoli è rimasta nella stessa famiglia e anche al Castello Visconteo, che si erge su un promontorio circondato dal fiume Adda, posizione strategica istituita già da Federico Barbarossa nel XII secolo.

Inoltre sarà aperta al pubblico anche l’Ex polveriera di Solaro e Ceriano laghetto, un deposito di munizioni ora sede del Parco delle Groane e della Brughiera Briantea.

ville aperte in brianza

Infine nella provincia di VareseVilla Borletti con il suo Parco e la Chiesa di S. Giorgio, in cui un profondo restauro statico e artistico, degli anni 2014-2015, ha riportato alla luce elementi nascosti, fra cui una crocifissione del XIV secolo.

È possibile prenotare le visite guidate sul sito web.

Il costo del biglietto è di 5€ a persona, con eccezioni e sconti in base ai singoli beni. L’accompagnamento alla visita è curato anche da guide abilitate, da associazioni culturali, pro loro e volontari. Sarà attiva una infoline dedicata alla manifestazione: il personale dedicato risponderà al numero 039/9752251.

Ville Aperte 2021 si svolgerà nel rispetto delle normative anticovid che prevedono il contingentamento dei posti, l’utilizzo delle mascherine e la presentazione del Green pass. Ogni sito ha stabilito un numero massimo di visitatori in ottemperanza alle disposizioni anticovid19.