Quantcast

Tremezzina, schianto tra motoscafi nel lago: la ragazza belga verso patteggiamento e risarcimento foto

La Procura di Como chiede il giudizio immediato: il Pm non ha dubbi sulla colpevolezza. L'incidente lo scorso 25 giugno

E’ stato uno degli episodi più eclatanti della scorsa estate, subito dopo le chiusure della Pandemia. Il dramma dello schianto tra motoscafi in Tremezzina, nel centro del nostro lago. Ora arriva il momento della resa dei conti per i protagonisti e la turista belga, 20enne, tuttora agli arresti domiciliari in Tremezzina a casa del patrigno. Per lei si profila un risarcimento del danno con un accordo sulla pena finale. Il drammatico incidente lo scorso 25 giugno: il motoscafo condotto a velocità sostenuta dalla ragazza è planato contro quello di tre amici comaschi, travolgendolo ed uccidendo uno di loro (link qui sotto), un ragazzo di Guanzate

La giovane  dopo la notifica della Procura per un giudizio immediato, starebbe trattando con il suo legale un’istanza per il patteggiamento della pena. Il pubblico ministero ha chiesto il giudizio immediato non avendo alcun dubbio riguardo la colpevolezza della ventenne belga. La giovane, in quel tragico pomeriggio, era ala guida del motoscafo finito contro quello dei ragazzi comaschi: i test eseguiti nell’immediatezza hanno rivelato che non aveva  bevuto nè assunto altro tipo di sostanze.