Quantcast

Como, alla guida dell’auto ubriaco: aggredisce i vigili e ne manda due in ospedale foto

Lo hanno fermato dopo averlo visto procedere in modo pericoloso sulla strada: si è scagliato con violenza contro di loro.

Movimentato episodio la notte scorsa: il comando di Polizia Locale di Como ha arrestato un uomo per resistenza, lesioni aggravate a pubblico ufficiale, oltraggio, guida in stato d’ebbrezza e rifiuto di sottoporsi al test antidroga.

 

LA RICOSTRUZIONE

Alle ore 00:25 l’equipaggio dell’Unità Operativa Interventi sul territorio, mentre percorreva Piazza Camerlata con direzione via Napoleona, ha notato un veicolo che procedeva sbandando. Giunti all’altezza di via Milano gli agenti sono riusciti a fermarlo e iniziando con i controlli di rito hanno notato che il conducente, un 26enne residente a Como, mostrava comportamenti e sintomi chiaramente riconducibili ad una recente assunzione di bevande alcoliche. E’ stato quindi sottoposto alla prova dell’etilometro, che ha rilevato un valore di quasi cinque volte superiore al limite.

Poco dopo, quando ha capito che per lui si profilava il ritiro della patente di guida e il sequestro del veicolo, il giovane ha iniziato a insultare gli agenti della Polizia Locale e quelli della Polizia di Stato, giunti nel frattempo in ausilio, e ha dato ripetuti spintoni tentando di impedire il proseguimento delle operazioni. A causa di queste azioni è stato condotto al Comando di viale Innocenzo. Sentito il PM di turno, è stata disposta la denuncia a piede libero. A conclusione della stesura dei verbali l’uomo si è scagliato nuovamente contro gli agenti, tanto da rendere necessari l’applicazione delle manette e un immediato aggiornamento dei fatti all’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto l’arresto e il processo per direttissima per stamane.

 

L’arrestato è stato condotto in pronto soccorso da un equipaggio del soccorso sanitario, chiamato per accertare lo stato di salute dell’uomo, ma ha rifiutato di sottoporsi al prelievo ematico per accertare l’assunzione di sostanze stupefacenti. Ai due agenti intervenuti in via Napoleona sono state riscontrate lesioni guaribili in sei e sette giorni. Processato stamane per i reati di resistenza, lesioni aggravate a pubblico ufficiale, oltraggio, guida in stato d’ebbrezza e rifiuto di sottoporsi al test antidroga, è stata disposta la misura preventiva dell’obbligo di firma tre volte a settimana presso la Questura di Como, mentre nell’udienza che si terrà nelle prossime settimane verrà sstabilito il periodo dell’affidamento ai servizi sociali.

 

LE PAROLE DELL’ASSESSORE NEGRETTI

«Faccio gli auguri di pronta guarigione ai due agenti rimasti feriti – dichiara l’assessore alla Polizia locale e Sicurezza Elena Negretti – e ringrazio il Comando per i controlli che dall’1 luglio stanno interessano anche il turno notturno. Il contrasto alla guida in stato d’ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti è una delle nostre priorità, non a caso negli ultimi due mesi abbiamo avuto 15 casi accertati. I fatti della scorsa notte sottolineano ancora una volta la proficua ed efficace collaborazione tra la Polizia Locale le forze di Polizia, nella piena realizzazione del concetto di sicurezza integrata».