Quantcast

Minacce ed insulti ai poliziotti allo stadio, Daspo di 5 anni per il tifoso-esagitato foto

Non è nuovo ad episodi simili: già colpito da provvedimento simile nel 1999. Ora ci è ricascato: obbligo di firma in Questura quando gioca la sua squadra del cuore.

Nella serata della trasferta di Cosenza, la Questura di Como diffonde una nota con un Daspo per 5 anni ad un tifoso azzurro. A farne le spese è stato I.S., 48enne residente in provincia di Como. Lo stesso è stato colpito da provvedimento di allotanamento dagli impianti emesso dal Questore di Como immediatamente dopo la prima partita casalinga del Como co ntro l’Aascoli. Nell’occasione, secondo la Polizia, si è reso responsabile dei reati di minaccia ed oltraggio a pubblico ufficiale ed ha violato il regolamento in uso negli impianti sportivi..

Per queste ragioni la Divisione Anticrimine della Questura, grazie all’apporto di personale D.I.G.O.S. specializzato in reati da stadio, gli ha notificato il provvedimento che vieta l’accesso agli impianti sportivi per 5 anni, a cui si aggiunge la prescrizione dell’obbligo di firma in questura trenta minuti dopo l’inizio di ogni partita del Calcio Como, atto convalidato dal G.I.P. presso il Tribunale di Como. L’uomo, da quanto riferisce la Questura, non è nuovo ad atteggiamenti di questo genere: aveva giùà ricevuto un provvedimento analogo nel 1999.