Quantcast

Garden Festival d’Autunno invita a coltivare il proprio giardino interiore. Anche a Como eventi, mostre e verdi connessioni

“Il faut cultiver notre jardin” scriveva Voltaire, la vita va alimentata plasmando la nostra esistenza e gli ambienti dove viviamo. E mai come dedicarsi al giardinaggio, mettere le mani nella terra, prendersi cura dell’orto – piccolo o grande che sia, in un campo o su un balcone – possono influire positivamente sulla salute, rimettendo in moto e facendo rinascere il nostro mondo interiore. Un cervello va nutrito come è necessario nutrire le radici di un albero.

L’edizione 2021 del Garden Festival d’Autunno – promosso da AICG, Associazione Italiana Centri Giardinaggio nei Garden Center aderenti di tutta Italia  – intende proprio far riflettere sulle connessioni strette che ci sono tra Natura e mente. Ecco che la grande ricchezza di sollecitazioni offerte in questo Autunno aiuterà i visitatori ad ampliare le proprie conoscenze e prospettive sul mondo vegetale, animato da esseri intelligenti che applicano strategie di cooperazione, a trovare energie nuove per vestire la propria casa, il balcone, il terrazzo, il giardino, di quel riflesso di benessere interiore e di rinnovati ideali di vita.

garden festival

In provincia di Como il Garden Festival d’Autunno fiorirà al  Garden Bedetti (via Genova,2 CANTU’), Cip Garden (via Varesina 279 COMO) e Molteni Garden (via Baraggia, 20 ALBESE CON CASSANO), qui si potranno trovare speciali angoli che racconteranno lo stretto legame esistente tra uomo e natura, partendo da una selezione di piante di produzione rigorosamente italiana.  Saranno molti gli stimoli proposti, ma tutti con un unico comune denominatore: l’abbinamento delle piante alle sfumature cromatiche per ciascun ambiente del vivere quotidiano, sia in casa che all’aperto. Questi angoli – di fatto dei moodboard o tavole di stile – saranno costruiti come una vera e propria narrazione visiva, dove nulla è lasciato al caso, con il preciso scopo di stimolare suggestioni e restituire una particolare atmosfera, uno stile di giardino interiore che può essere più o meno incolto, selvaggio, formale, ordinato, creativo.

Saranno angoli che racconteranno le piante e la loro infinita bellezza, evidenziando la magnificenza dei colori e delle vegetazioni, procureranno emozioni e regaleranno suggerimenti di attività tipicamente autunnali da svolgere per comprendere quanto importante sia questa stagione, spesso associata al letargo, ma che invece è una stagione del fare e del sapere per organizzarsi ed anticipare la rinascita.

garden festival d'autunno 2021

Saranno anche angoli-scenografia dove i visitatori potranno sostare per fare selfie e shooting e poi condividere con hashtag universali come #autunnoingarden #gardenfestival #aicg.

In questi angoli, ognuno dedicato ad uno specifico ambiente della casa interna ed esterna, si potranno trovare:

  • Collezioni di piante
  • Tavolozza dei colori di tendenza
  • Complementi d’arredo
  • Consigli di lettura, con una selezione di titoli che interpretano il messaggio introspettivo di questa edizione
  • La guida ad un’attività da svolgere in Garden con i consigli sapienti del personale qualificato o a casa propria attraverso un piccolo manuale illustrato.
  • Attrezzature, nutrienti, terricci e vasi

Il tutto per sensibilizzare riflessioni sulla profonda esigenza del nostro tempo di un vivere sostenibile: conoscere la natura che ci circonda, di cui siamo parte, e generare benessere. **

In settembre il progetto «Piantiamo Italiano» di AICG patrocinato da Ministero delle Politiche Agricole si fonde con il Garden Festival d’Autunno, ponendo l’accento sulla vasta e varia produzione delle piante aromatiche nel nostro Bel Paese; in ottobre promuovendo la produzione vivaistica italiana di piante da siepe e la sorprendente arte topiaria che ci ammirano in tutto il mondo. Il Progetto Piantiamo Italiano punta a sensibilizzare i consumatori ad un acquisto consapevole, attento all’impatto ambientale e al risparmio energetico a sostegno della filiera florovivaistica italiana.

garden festival d'autunno 2021

Il colore rosa sarà ancora una volta uno dei leitmotiv del Garden Festival d’Autunno: anche quest’anno, infatti, proseguirà la collaborazione con l’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro e il Ciclamino AIRC ravviverà di rosa i nostri giardini interiori che si alimentano di solidarietà.

Il ciclamino, robusta e generosa pianta autunnale, in fiore anche per tutto l’inverno, sarà disponibile in molte varietà e sfumature di colore ma sarà, appunto, il ciclamino rosa a farla da padrone: dopo i risultati positivi dell’iniziativa “Margherita per AIRC” che ha consentito di finanziare cinque annualità di una borsa di studio per giovani ricercatori, AICG ha scelto nuovamente di sostenere, nell’ambito del Garden Festival d’Autunno, una Campagna AIRC quella del “Nastro Rosa AIRC”. Per tutto il mese di ottobre e per ogni vaso di ciclamino di colore rosa venduto, i Centri Giardinaggio aderenti devolveranno 1 euro a sostegno della ricerca contro il cancro al seno dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Le sorprese in ogni Centro Giardinaggio

In ogni singolo Garden ci saranno anche aiuole dimostrative e didattiche, occasione preziosa per ricevere consigli dagli esperti sulle tecniche colturali migliori per le piante d’Autunno. Si troverà anche uno speciale QR code per approfondire conoscenze, creare connessioni con il mondo green di AICG e trovare guide da consultare anche da casa, sulle attività pratiche, sulle piante e sulle letture consigliate.

Il QR code verrà esposto nei cartelli dentro ai singoli corner dedicati al tema dentro al punto vendita.

Infine, poiché ogni Centro di Giardinaggio che aderisce al Garden Festival d’Autunno avrà la libertà di interpretare la Festa d’Autunno come meglio ritiene (anche in virtù delle normative Covid che si dovranno rispettare), saranno numerosissime le idee, le novità, i suggerimenti, le atmosfere, le ambientazioni che troveremo. Ma tutte saranno finalizzate a farci riflettere sull’importanza della riconnessione con la Natura, alla ricerca di ritmi più lenti e relazioni più trasparenti, di una vita più sostenibile a livello ambientale e sociale.

 

garden festival d'autunno 2021

COSA RACCONTANO I MOODBOARD CREATI PER IL GARDEN FESTIVAL D’AUTUNNO

Riposa lo sguardo: le piante e i profumi del bosco per rallentare i ritmi.

Il suggerimento su come mettere a dimora correttamente le piante in Autunno; da ricordare: bisogna piantare alberi per noi e il futuro; la lettura consigliata è “Coltivare il giardino della mente. Il potere riparatore della natura” di Sue Stuart-Smith; i consigli di piantumazione: Abelia grandiflora ‘Kaleidoscope’, Azalea ‘Encore’®, Felce-Polystichum spp., Parthenocissus quinquefolia, Podocarpus spp., Rosa chinensis mutabilis.

 

Goditi le temperature miti: l’Autunno Mediterraneo tra nostalgie di fine estate e buoni propositi per il futuro. Il suggerimento su come realizzare uno scacciapensieri al gusto di mare, colori e natura; da ricordare che la pianta giusta al posto giusto sarà sempre sana; la lettura consigliata in questo caso è “Il giardino del Mediterraneo” di Giuseppe Barbera; i consigli di piantumazione: Agave montana, parassana, Opuntia ‘Santa Rita’,

robusta, Sedum ‘Burrito’, ‘Mad About’, Mangave®‘Moonglow’, ‘Red Wings’, Lagerstroemia vv., Yucca rostrata, glauca.

 

Raccogli a piene mani: il piacere dell’autoproduzione e i frutti di stagione

Il suggerimento sui vari modi creativi di utilizzare la zucca; da ricordare i vantaggi dell’autoproduzione per salvaguardare la biodiversità del proprio territorio; la lettura consigliata é un libro di Pia Pera, “Le vie dell’orto” edito da Ponte alle Grazie; i consigli di piantumazione: Biete e Cavoli, Ficus carica, Hemerocallis ‘Stella de Oro’, Melograno-Punica granatum ‘Dente di Cavallo’, ‘Acco’, ‘Wonderful’, ‘Mollar de Elche’.

 

Un giardino, tanti piaceri: creare angoli di bellezza con graminacee e terracotta. Il suggerimento su come creare una decorazione autunnale per l’ingresso di casa; da ricordare che la sostenibilità passa anche da una gestione consapevole dell’acqua; la lettura consigliata è sicuramente “I dubbi del giardiniere. Storie di slow gardening” di Paolo Pejrone; i consigli di piantumazione: Carex ‘Amazon Mist’, morrowii ‘Beatrice’, Dianella ‘Cool Vista’, Eragrostis spectabilis, Graminacee vv., Rudbeckia x echinacea ‘Summerina’, ‘Pumpernickel’, fulgida ‘Goldstrum’, Sedum ‘Sunsparkler’®, ‘Blue Elf’, ‘Firecracker’, ‘Lime Zinger’.

 

Cerca la concentrazione in casa: una zona di lavoro stimolante e accogliente allo stesso tempo. Il suggerimento è di creare un microecosistema: realizzando un terrarium; da ricordare che piante in casa sono benefiche; la lettura consigliata è un  libro diventato ormai un classico: “Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo

vegetale” di Stefano Mancuso e Alessandra Viola; i consigli di piantumazione: Croton-Codiaeum vv., Epiphyllum vv., Euphorbia eritrea, tirucallii, Senecio radicans, Ficus lyrata,

Philodendron vv., Sansevieria cilindrica.

 

A tavola in compagnia: la condivisione di un tempo di qualità.

Il suggerimento su come decorare la tavola autunnale; da ricordare che ogni pianta può avere più usi per la circolarità dei prodotti; la lettura consigliata per questo periodo è “Come coltivare le erbe aromatiche. L’arte e la scienza di coltivare le proprie erbe aromatiche” di Holly Farrell; i consigli di piantumazione: Echeveria agaoides, orion e metallica, Monarda hibryda “Pink Supreme”, Muscari latifolium, Narciso tete a tete, Perovskya lancey blue, Viola cornuta.