Quantcast

L’Università dell’Insubria sale nelle classifiche internazionali. Oggi in 1437 ai test per Medicina e Odontoiatria

università dell'insubria test medicina

L’Università dell’Insubria scala la classifica delle migliori università del mondo pubblicata ieri, 2 settembre, dalla prestigiosa rivista britannica Times Higher Education. Nel nuovo World University Rankings 2022 l’Insubria cambia fascia: entra nel gruppo 401-500, mentre nel 2021 e nel 2020 (anno di ingresso nel ranking) era in quello 501-600. Un confronto internazionale prestigioso che si è basato su 1662 istituzioni di 99 paesi, mentre lo scorso anno le istituzioni erano 1526 e i paesi 93.

Ottima anche la classifica nazionale, che vede al top Bologna: l’Insubria è quattordicesima su 51 atenei italiani, mentre nella scorsa edizione era 27esima su 49, ed è nella stessa fascia di Pisa e della Federico II di Napoli, per fare un esempio.

Sempre gli stessi i metodi di valutazione: teaching, research, numero di citazioni, internazionalizzazione e knowledge transfer. L’Insubria migliora ancora i suoi valori, con un risultato notevole soprattutto per l’impatto delle citazioni scientifiche, il cui punteggio sale da 74.9 a 90,7 portando l’ateneo in 128esima posizione nella graduatoria mondiale (lo scorso anno era 331esimo). Crescono anche il punteggio della ricerca, che passa da 19,7 a 21,6, e l’internazionalizzazione, da 40,8 a 41,1.

Commenta il rettore Angelo Tagliabue: «Questo risultato conferma l’ottimo lavoro che stiamo facendo. L’impatto delle citazioni scientifiche dell’Insubria e il punteggio della ricerca danno l’idea del contributo alto di conoscenza che il nostro ateneo sa portare alla comunità scientifica internazionale. Merito di scelte che mettono i valori dello studio al centro di ogni nostra attività».

università dell'insubria test medicina

 

Test di Medicina e Odontoiatria con green pass per 1437 candidati di Varese, Como, Lecco, Monza e Brianza

Oggi si è svolta regolarmente la prova nazionale di ammissione al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e in Odontoiatria per l’anno accademico 2021/2022. Come lo scorso anno, l’Università dell’Insubria ha organizzato il test per i candidati residenti nelle province di Varese, Como, Lecco e Monza e Brianza, indipendentemente da quale ateneo sceglieranno. Su 1511 iscritti, si sono presentati e hanno sostenuto la prova 1437 candidati: 608 a Malpensa Fiere (Busto Arsizio) e 829 a Lario Fiere (Erba).

In tutta Italia le domande sono state 77.376, a fronte di 15.273 posti a bando, di cui 14.020 per Medicina e chirurgia e 1.253 sono per Odontoiatria. Per i candidati che sceglieranno l’Università dell’Insubria i posti sono 154 per il corso di Medicina e chirurgia e 20 per Odontoiatria e protesi dentaria, quest’ultimo valutato come il migliore d’Italia nella recente classifica Censis. Un posto per ciascun corso è inoltre riservato ai cittadini non comunitari residenti all’estero.

Per la prova di ammissione sono state seguite le misure ministeriali anti-Covid19: controllo della 𝗖𝗲𝗿𝘁𝗶𝗳𝗶𝗰𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝘃𝗲𝗿𝗱𝗲 (Green Pass), del documento di riconoscimento e dell’autocertificazione Covid19, misurazione della temperatura, uso 𝗼𝗯𝗯𝗹𝗶𝗴𝗮𝘁𝗼𝗿𝗶𝗼 della mascherina 𝗙𝗙𝗣𝟮 in tutte le fasi della prova, igienizzazione delle mani e rispetto del distanziamento.

Per consentire il regolare svolgimento dei test, l’ateneo di Varese e Como ha messo in campo 90 funzionari e professori, coadiuvati dal personale degli enti fieristici coordinato dalle Camere di Commercio di Varese e Como. Ha presenziato anche il rettore dell’Insubria Angelo Tagliabue.

I candidati hanno avuto a disposizione cento minuti per rispondere a sessanta domande di cultura generale e ragionamento logico, biologia, chimica, fisica e matematica, con cinque opzioni di risposta per ogni quesito. I test di tutta Italia saranno corretti da Cineca, il Consorzio interuniversitario che si occuperà di elaborare la graduatoria nazionale di merito, che verrà pubblicata il 28 settembre 2021 sul portale Universitaly.it.

La prossima prova di ammissione in programma è quella per i corsi di laurea triennali delle Professioni sanitarie, che si svolgerà il 14 settembre a Lario Fiere per 607 iscritti. I posti disponibili per Infermieristica sono 75 a Varese e 74 a Como, ai quali quest’anno se ne aggiungono 50 a Busto Arsizio.

Per gli altri corsi, tutti con sede a Varese: 20 per Ostetricia, 40 per Fisioterapia, 60 per Educazione professionale, 20 per Igiene dentale, 15 per Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, 20 per Tecniche di laboratorio biomedico, 20 per Tecniche di Radiologia medica per immagini e Radioterapia. Otto posti sono riservati a cittadini di Paesi al di fuori dell’Unione Europea, uno per ciascun corso. Le graduatorie saranno pubblicate il 23 settembre sul sito internet dell’ateneo.