Quantcast

Tutto in una notte, sabato il XIII° Festival della Chitarra a Menaggio

C’è stato di mezzo un anno di stop, ma il Festival della Chitarra di Menaggio sta per fare 13! Un’esclamazione di felicità legata al vecchio gioco del Totocalcio che ci piace tirar fuori in occasione della XIII° edizione della manifestazione dedicata alla sei corde (ma non solo), in un contesto di grande bellezza naturale come il lago di Como.

Nonostante le difficoltà organizzative che con le disposizioni per il contenimento dell’epidemia sono aumentate, l’associazione culturale Onde Trasversali, organizzatrice della manifestazione, ha voluto fortemente dare un segnale di ripartenza e, seppur in un solo giorno, sabato 28 agosto, ha messo su un programma coerente, sostenibile, gratuito e che gioca molto in casa pur mantenedo quell’etereogenità di stili che contraddistingue il festival fin dalla nascita.

Una scelta, quella del km zero artistico, dettata dalle difficoltà di invitare musicisti provenienti dall’estero, ma anche di perlustrare un interessante perimetro locale dove vivono e lavorano molti musicisti che non sono mai stati al Festival di Menaggio. Altre scelte derivano da rapporti di amicizia e stima come nel caso del chitarrista Claudio Farinone, più volte al festival, che chiuderà il programma in coppia con Barbara Tartari al flauto traverso, in un concerto dedicato, in gran parte, ad Astor Piazzolla nel centenario della nascita del rivoluzionario del tango.

Ideatore e direttore artistico del Festival Internazionale della Chitarra di Menaggio è il musicista e docente Sergio Fabian Lavia coadiuvato da Dilene Ferraz, marito e moglie nella vita, assortita coppia artistica sul palco. Sarà il loro concerto, un viaggio nei rispettivi paesi di origine, Argentina Brasile e Italia dove risiedono da tre decenni, il piatto forte della serata menaggina, con il chitarrista Riccardo Bianchi saranno live alle 21.30.

Abbiamo intervistato Sergio e Dilene qualche settimana fa a Ciaocomo.

Chi segue il Festival della Chitarra di Menaggio da qualche anno sa quanti stili differenti si possono ascoltare nei concerti proposti, dalla classica contemporanea al fingerpicking, dalla musica sudamericana al jazz fino ad arrivare a contaminazioni più originali, come quello che proporrà il trio comasco capitanato dal chitarrista Flavio Minardo, studioso appassionato di musica indiana che porterà, per la prima volta al festival, il sitar, strumento principe della musica di quel paese. Il trio, con Achille Succi al clarinetto e Francesco Mantero alla batteria, avrà il compito di aprire la serata ai Giadini dell’Asilo mentre il via alla XIII° edizione avverrà, come da tradizione con l’aperitivo musicale nel cuore del paese, in via Calvi alle 18.30, ad opera degli Zenit.

 

XIII FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CHITARRA

sabato 28 agosto dalle ore 18.30 alle 24

Parco della Scuola Materna di Menaggio

Via Castelli 41 (Lungolago)

Ingresso libero

con il patrocinio dall’Assessorato alla Cultura della Città di Menaggio

 

PROGRAMMA

ore 18.30 Via Calvi
Zenit

ore 20.30 Giardini dell’asilo
Flavio Minardo (chitarre acustiche e sitar)
Achille Succi (clarinetto basso, flauti e sax)
Francesco Mantero (batteria e percussioni)

ore 21.30 Giardini dell’asilo
Dilene Ferraz (canto, percussioni e flauto traverso)
Sergio Fabian Lavia (chitarra, canto e live electronics)
Riccardo Bianchi (chitarra elettrica)

ore 22.30 Giardini dell’asilo
Barbara Tartari (flauto traverso)
Claudio Farinone (chitarra classica)