Quantcast

Ecco Robert Johnson, il nuovo americano della S.Bernardo-Cinelandia Park foto

Il ragazzo entusiasta:"Questa società ha storia e progetti: felice di essere qui a dare il mio contributo"

Più informazioni su

È stato presentato in queste ore, presso la sala conferenze della palestra “Toto Caimi” di Vighizzolo, l’ultimo arrivato in casa S.Bernardo-Cinelandia Park: Robert Johnson. Esterno americano di 26 anni, sbarcato nella serata di ieri all’Aeroporto di Milano Malpensa, Johnson si è unito, sin da subito, ai suoi nuovi compagni di squadra, con i quali ha immediatamente svolto la prima seduta di allenamento nella mattinata odierna.

Nativo di Richmond, Virginia, uscito dalla prestigiosa università di Indiana, Johnson è stato introdotto in conferenza stampa dal direttore tecnico di Pallacanestro Cantù, Fabrizio Frates: «Siamo molto contenti di aver ingaggiato Robert. Tutto lo staff ha rimarcato come le sue qualità si sarebbero ben sposate con quelle della squadra e con la nostra idea di basket. Johnson può giocare sia da play sia da guardia. Ha fisicità, tiro e anche una certa personalità. Viene da un college di lustro che, oltre che essere un’ottima scuola, negli anni ha sfornato grandi campioni. Non dimentichiamoci, inoltre, che ha anche già vissuto esperienze di alto livello, avendo giocato in VTB League e in Turchia, motivo per cui abbiamo dovuto aspettarlo e convincerlo a sposare un progetto di A2».

robert jhonson pallacanestro cantù

Presente in conferenza stampa anche il capo allenatore dei biancoblù, coach Marco Sodini, che ha aggiunto: «Fabrizio ha espresso un concetto chiave, ovvero che lo staff tecnico è stato estremamente coeso nello scegliere i giocatori, partendo da un chiaro modello tecnico. A tal proposito, Johnson ha immediatamente acceso la nostra fantasia: è un personaggio accattivante, quello giusto per riportare Cantù dove merita, e per questo mi sento di ringraziare la società tutta per aver portato in Brianza un giocatore che, personalmente, considero fuori categoria per l’A2. La cosa che mi ha colpito di più di lui è che mi ha chiesto informazioni molto dettagliate: ha cercato di capire come ci allenassimo, cosa significasse giocare per questo club e la sua storia; inoltre, si è presentato in buone condizioni fisiche, pronto ad allenarsi duramente».

 

Infine, spazio alle prime impressioni e alle prime parole di Robert Johnson da nuovo giocatore di Pallacanestro Cantù: «L’idea di poter far parte di questa squadra, con una società alle spalle che ha grande storia e progettualità, mi entusiasma davvero molto. Non sono mai stato in Italia e giocare qui è senz’altro per me un’avventura inedita e stimolante. Anche l’obiettivo promozione lo reputo uno stimolo ulteriore, che mi ha spinto ad accettare questa sfida. La pressione di dover vincere il campionato non mi spaventa. Anzi, non vedo l’ora di iniziare a lavorare duramente e di aiutare il team con le mie capacità. In campo posso ricoprire più posizioni e segnare in diversi modi possibili; anche in difesa, nell’uno contro uno, so battermi bene ma voglio migliorare giorno dopo giorno, step by step».

Più informazioni su