Quantcast

Festival internazionale di narrazione di Arzo, al via dal 19 agosto. foto

Più informazioni su

La ventunesima edizione del Festival di narrazione di Arzo si svolgerà dal 19 al 22 agosto non più nelle cave della località sopra Mendrisio, ma in una nuova modalità diffusa; gli spettacoli e gli incontri andranno in scena ad ArzoMeride Tremona con il titolo di Racconti di qui e d’altrove, protagonisti insieme agli attori saranno proprio i tre paesi con i rispettivi abitanti, ristoranti, alberghi e imprese. Le intenzioni del Festival di narrazione sono quelle di restituire alle corti, ai giardini e alla piazza il loro fondamentale ruolo di incontro tra persone di età e provenienza diversa, alle parole il loro magico potere di intrecciare destini lontani e alle storie, che hanno la legittima urgenza di essere raccontate, l’attenzione e l’accoglienza di un pubblico pronto ad ascoltarle.

Come sempre, le numerose proposte per adulti e bambini, offriranno una vasta panoramica delle diverse tendenze artistiche che convivono sotto il genere del teatro di narrazione e che convergono nella scelta di abbandonare l’artificio della maschera e del personaggio teatrale per recuperare un contatto diretto con il pubblico.  A inaugurare l’edizione, giovedì 19 agosto alle ore 21.30, ad Arzo presso la Corte dei miracoli, sarà lo spettacolo, scritto e interpretato da Mario Perrotta, In nome del padreIl lavoro nasce da un confronto dell’artista con lo psicanalista Massimo Recalcati.

festival di arzo 2021

In scena Perrotta dà vita a tre padri diversi, ognuno alle prese con i propri figli e con la propria personale ricerca. Prima dello spettacolo, alle ore 18.00, presso la Corte dei Miracoli a Meride, l’artista, insieme alla giornalista Valeria Ottolenghi, incontrerà il pubblico.

La riflessione e la messa in crisi di sé e della propria posizione è quanto indagano anche Saverio La Ruina e Chadli Aloui in Mario e Saleh, la sera di venerdì 20 agosto, alle ore 21.30, ad Arzo. Nello spettacolo, due uomini, un occidentale cristiano e un arabo musulmano, si ritrovano a L’Aquila, in una delle tende allestite dopo il terremoto. Nella loro quotidianità, si incontrano e scontrano le reciproche visioni e diffidenze, messe continuamente alla prova anche da fatti ed eventi esterni.

La possibilità di svestire i propri panni per avventurarsi in quelli altrui sarà presente, in maniera un po’ surreale, anche nel lavoro di Albert García Sánchez Elle etmon genre, sabato 21 e domenica 22, alle 18.00, a Meride. In scena si assisterà a un vero e proprio capovolgimento: un uomo e una donna, marito e moglie, si troveranno nei corpi l’uno dell’altra. I due non avranno così scelta e saranno costretti ad entrare fino in fondo nelle rispettive alterità, scoprendo e scoprendosi.

Il labile confine tra nazioni nel progetto di Karakorum Teatro nelle quattro storie di Vasi comunicanti di sabato mattina, ore 10,30, con l’attore comasco Stefano Panzeri e, sempre sabato 21 alle ore 14, il dialogo a più voci Come incontrarci? sull’incontro di culure diverse

Nel corso delle edizioni il Festival di Narrazione di Arzo è cresciuto fino ad essere un evento culturale e artistico di grande valore sociale, teso a conciliare la cura del territorio con una spinta sempre più internazionale. Il “Festival diffuso” del 2021 sarà un modo per amplificare quel pensiero da cui, vent’anni fa, è nato il Festival: stare e diffondersi sui territori, indagare la cultura che nasce dall’incontro di radici nostrane e mondi provenienti “d’altrove”, intercettare con le proprie storie grandi e piccini, curiosi e sognatori.

Ecco il qui e l’alrove del titolo di questa edizione, grazie al teatro si farà esercizio di decentramento, di uscita da sé e dal proprio punto di vista. La scena sarà un luogo di crisi e di messa in discussione; possibilità di vedere e, almeno per un attimo, diventare “altro”

Qui il programma completo. Per ulteriori informazioni su orari, località e biglietti consultare il sito del Festival.

Generico agosto 2021
Generico agosto 2021
Generico agosto 2021

Gli incontri gratuiti a Corte dei miracoli vanno prenotati via email scrivendo titolo, data, orario dell’incontro e numero di posti desiderati. La prnotazione verrà confermata fino ad esarimento posti

 

Più informazioni su