Quantcast

Pioggia in mattinata, ma il peggio è in agguato: cosa ci possiamo aspettare nelle prossime ore previsioni foto

Intense precipitazioni sul territorio: possibili colpi di vento e locali grandinate. Un allerta marcato dopo l'alluvione dei giorni scorsi.

Più informazioni su

La pioggia di questa mattina, intensa su alcuni punti della provincia. E, da quanto si è appreso, finora senza alcun disagio con frane o allagamenti importanti. Ma il brutto e rischio di natura idro-geologica (smottamanti ndr) è in agguato. Lo spiegano bene, con questa previsione dettagliata, gli esperti di Mateorologia Comasca. La previsione è riferuita alla giornata odierna (4 agosto) su tutto il Lario.

cartina aree critiche per maltempo da noi di meteorologia comasca
Tra notte e prima parte di mattina saranno possibili alcuni rovesci o temporali sparsi, principalmente su settore lariano, prealpino e fascia pedemontana.
In seguito possibile fase di tempo asciutto con anche qualche schiarita non esclusa.
Dal primo/metà pomeriggio si entra nel vivo del peggioramento a partire dai rilievi e dal Lario ed entro le ore successive potrebbero manifestarsi temporali localmente violenti sulla nostra provincia.
Segue una spiegazione sulle due aree contraddistinte da diversi colori.
Area arancione: include indicativamente (non prendetela come un disegno geometrico) la Bassa Comasca, il Canturino, la Brianza. In queste zone, nella prima fase del peggioramento (indicativamente ore 16-20) è possibile il passaggio di una linea temporalesca localmente intensa. Non è esclusa la formazione di una supercella, anche se gli indici suggeriscono una maggior probabilità di questo tipo di temporale poco più a sud.
Il rischio in questa fase è quello di nubifragi molto intensi e persistenti, locali forti colpi di vento, locali grandinate di piccole/medie dimensioni e intensa attività elettrica.
Area rossa: l’area rossa include tutta la nostra provincia.
Il rischio (ancora una volta!!!) è quello di temporali o rovesci localmente intensi e autorigeneranti oltre che semi-stazionari che possono determinare locali disagi. Disagi in questo caso relativi al dissesto idrogeologico (significa qualche frana o smottamento) oltre che possibili locali allagamenti.
Se i terreni non fossero saturi, questa fase di maltempo probabilmente non sarebbe stata considerata potenzialmente pericolosa, ma vista la situazione critica in cui versano molte aree i rischi di nuovi problemi non sono da escludere.

Più informazioni su