Quantcast

La fotonotizia di CiaoComo

Arte Urbana Lugano apre sguardi nuovi e colorati sulla città

Più informazioni su

Dal 2010 il progetto Arte Urbama Lugano (AUL), si impegna nello sviluppo di connessioni sempre nuove e sorprendenti tra i cittadini e lo spazio che li circonda. Gli astosti interagendo con il contesto urbano offrono un punto di vista originale che favorisce il confronto e l’apertura di nuovi orizzonti.

Pochi giorni fa l’artista italiano Lucamaleonte ha ultimato la grande opera di Via Giacomo Mercoli che ha trasformato l’anonima facciata di un palazzo in un colorato grappolo di pappagalli in  continuità con il suo percorso artistico. Gli erbari e i bestiari medievali in particolare, hanno ispirato l’artista anche per la progettazione dell’intervento luganese: nuove flora e fauna nasceranno e, seppur restando in sintonia con le caratteristiche del luogo, invaderanno lo spazio urbano offrendo ai cittadini nuove prospettive.

urban art lugano

Lucamaleonte artista romano, importante esponente della scena artistica italiana, è attivo nel mondo della Street Art dall’inizio degli anni 2000. Laureato all’Istituto Centrale per il Restauro, ha iniziato a lavorare sui muri di Roma dove, tra gli altri, ha raffigurato Sordi, Proietti e altri volti dello spettacolo.

In 11 anni a Lugano hanno lasciato la loro traccia artistica molti street artis, qui una parziale carrellata di muri trasformati opere d’arte

Domani inizierà il suo lavoro a Lugano Chiara Pulselli, in arte Kiki Skipi. Sassarese, 33enne, dopo aver preso il diploma al socio psico pedagogico di Oristano e dopo una parentesi di 3 anni a Milano dove ha studiato fotografia, Kiki torna in Sardegna per iscriversi all’Accademia di Belle Arti di Sassari. Qui si accorge che il disegno, la pittura e l’illustrazione le permettono di tirar fuori le sue mutevoli personalità; tante piccole e grandi donnine che partono dallo studio dell’autoritratto ma che ora hanno una vita propria…a volte sono infantili altre volte più mature e riservate, ma tutte sempre senza volto, per dare una lettura più profonda a chi osserva in modo da immedesimarsi nell’immaginario rappresentato. Oggi vive e lavora a Bologna.

Più informazioni su