Quantcast

La fotonotizia di CiaoComo

Nuovo primario di pediatria ad Erba

Arriva un nuovo primario della pediatria, all’ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba. Il dottor Fabio Focarile è nato a Milano ed è stato tra l’altro Direttore Generale dell’Assessorato alla Sanità della Regione Liguria, per poi lavorare a Verona e Padova, prima di tornare in Lombardia. Queste sono le iniziative che ha in programma: riorganizzazione e miglioramento del Pronto Soccorso Pediatrico; offerta di prestazioni per problematiche particolari anche in collaborazione con enti esterni quali ad esempio l’IRCCS la Nostra Famiglia di Bosisio Parini, incremento della offerta quantitativa (ampliamento di orari) e qualitativa (nuove specialità) degli ambulatori pediatrici, particolarmente richiesti, sviluppo di prestazioni offerte in telemedicina, collaborazione a progetti di ricerca multicentrici, conferma della certificazione del Punto nascita come ‘Ospedale Amico del Bambino progetto UNICEF’.

«In un contesto in cui la carenza di pediatri si fa sempre maggiore – dichiara – intendo facilitare il mantenimento e lo sviluppo delle competenze del personale per una medicina pediatrica basata su evidenze scientifiche, l’acquisizione e l’utilizzo corretto di moderni strumenti a supporto della pratica clinica, la valutazione della qualità della cura”. Con il supporto della Direzione ho da subito proposto di sviluppare competenze sul tema della compassione, intesa come capacità di comprendere il vissuto emotivo dei bambini e dei loro genitori per aiutarli nel processo di cura e di gestione delle patologie. Abbiamo in questi giorni concordato anche la collaborazione della dottoressa Ilenia Salemi, Psicologa già in forza presso il reparto di ostetrica e Ginecologia, per la gestione delle problematiche specifiche dei nostri pazienti ricoverati».

«Inoltre, con la collaborazione del dr Calligari mio predecessore, ho già preso contatti con i rappresentanti dei pediatri di Famiglia con i quali prevediamo di organizzare un evento a fine settembre durante il quale discutere di casi clinici e delle esigenze del territorio. E’ importante inoltre sviluppare la collaborazione con i soggetti del territorio quali il Consorzio Erbese per i Servizi alla Persona, l’Associazione Don Caccia, l’ABIO, l’Associazione ‘Il Giardino di Luca e Viola’ ed altri. Un altro aspetto già citato è sviluppare la collaborazione con gli ospedali limitrofi per ottimizzare l’offerta di prestazioni sanitarie nel nostro territorio di riferimento» dichiara.